26 giugno 2019
Aggiornato 07:30
Incidenza stabile

Nuova influenza, oltre 4,5 milioni di casi

Le vittime sono state 228. Lieve aumento contagi in fascia età pediatrica

ROMA - Sono 4.522.000 i casi complessivi di influenza A/H1N1 a partire da maggio scorso, dall'inizio della sorveglianza Influnet, considerando anche i circa 17mila registrati precedentemente da altri sistemi di sorveglianza. I nuovi casi stimati delle sindromi influenzali nella quinta settimana del 2010 (1-7 febbraio 2010) sono 114mila.

Le vittime accertate sono 228, per una percentuale pari a 0,005 per cento dei malati. Stabile l'incidenza del virus, pari a 1,90 casi per mille assistiti, simile rispetto al valore osservato nella settimana precedente (1,86 casi per mille assistiti). La fascia di età più colpita è sempre quella pediatrica (0-14 anni), con un'incidenza pari a 4,14 casi per mille assistiti (6,22 per mille nella fascia dei bambini più piccoli di 0-4 anni e 3,08 per mille nella fascia 5-14 anni).

Il ministero della Salute osserva un «lieve aumento dell'incidenza» nelle fasce di età pediatrica (soprattutto nei bambini di 0-4) mentre tra i giovani/adulti (15-64 anni) e negli ultrasessantaquattrenni l'incidenza rimane pressoché stabile. Le Regioni hanno segnalato fino ad oggi al ministero 1.049 ricoveri in ospedale per casi severi di influenza, di cui 455 hanno richiesto assistenza respiratoria (quota pari allo 0,010 per cento del totale stimato delle persone che hanno contratto la nuova influenza A.

Praticamente invariato il numero delle persone che si sono rivolte ai pronto soccorso per sindrome respiratoria acuta (6% rispetto al 6,1% della precedente settimana). Di questi, il 24,3% è stato ricoverato. Stabile sia il numero di accessi al pronto soccorso sia quello dei ricoveri per sindrome respiratoria acuta, per tutte le fasce d'età.

Dall'inizio della campagna vaccinale, complessivamente sono state somministrate 855.504 prime dosi. Gli operatori sanitari e sociosanitari che si sono vaccinati sono 161.166, pari al 15% del totale. Le dosi consegnate alle Regioni e Province Autonome a partire dal 12 ottobre sono 10.047.421.