22 febbraio 2020
Aggiornato 18:00
Inaugurazione anno giudiziario

Mancino: normalizzare il rapporto con la politica

«Se c'è uno scontro sempre aspro non si va da nessuna parte»

FIRENZE - «Bisogna normalizzare il rapporto fra politica e giustizia, che è sempre conflittuale»: lo ha detto Nicola Mancino, vicepresidente del Csm, parlando a margine della cerimonia di inaugurazione dell'Anno giudiziario nell'aula bunker di Santa Verdiana a Firenze. «Fa bene al Paese se c'è colloquio - ha spiegato - se c'è uno scontro sempre aspro, e una presa di distanza della giustizia dalla politica e della politica contro la giustizia, non si va da nessuna parte. Io mi auguro che questo anno giudiziario, sia pur attraversato da polemiche, faccia riflettere tutti gli operatori».

Mancino ha ricordato che «c'è il foro scontento, e la magistratura che non sempre si vede attentamente radiografata. Noi abbiamo il problema delle Procure e speriamo che la Camera porti avanti un emendamento che consenta di coprire i posti di sostituto procuratore, perché questo è molto grave soprattutto nelle zone in cui è più presente la criminalità organizzata».