24 gennaio 2021
Aggiornato 16:00

Vendola: non ho ricevuto nessun avviso, è piccola infamità

«Io sereno, la Cosentino terrorizzata che potessi intuire illeciti»

BARI - Il governatore della Puglia, Nichi Vendola, smentisce la notizia riportata da alcuni quotidiani di aver già ricevuto un avviso di garanzia per concussione nell'ambito di inchieste sulla sanità regionale. «No, non ho ricevuto avvisi di garanzia».
«Considero questa vicenda una piccola infamità nei miei confronti - prosegue Vendola parlando a margine del meeting mondiale dei giovani che si sta svolgendo a Bari - però io non riesco a non essere sereno perché so come ho operato e ho una testimonianza assolutamente importante, quella dell'imprenditore Giampiero Tarantini, che asserisce una cosa per me abbastanza importante: Lady Asl, la dottoressa Lea Cosentino, era terrorizzata dall'idea che io potessi intuire comportamenti illeciti nella sua condotta».