16 giugno 2019
Aggiornato 08:30
Influenza A

Fazio: vaccini acquistati come le case anti-sisma

Il Codacons replica al Ministro: paragone totalmente fuori luogo

ROMA - Il Codacons replica alle dichiarazioni odierne del Ministro della salute, Ferruccio Fazio, secondo cui la fornitura dei vaccini per l'influenza A sarebbe stata pianificata «secondo il principio di precauzione, lo stesso usato per le case antisisma».

«Costruire le case con criteri antisismici è un obbligo nelle zone a rischio sismico e non una facoltà precauzionale – spiega l’associazione - Il costo di tali metodi di costruzione sono assorbiti dai singoli interessati proprietari delle case stesse, che hanno così un immobile legittimo e di maggior valore. Comprare dosi di vaccino per tutti o quasi tutti gli italiani, anche quelli che non presentano rischio di influenza o hanno un rischio bassissimo, è una decisione imposta da terzi a carico della collettività, e se è imposta secondo criteri e procedure errate e azzardate chi ha deciso deve risponderne, e non è corretto che la collettività intera si immunizzi dai «terremoti» anche se abita in zone desertiche …ossia anche se ha una salute di ferro e non rientra nei casi a rischio influenza!!»

«Resta poi incomprensibile l’osservazione secondo cui la class ation del Codacons e l’interrogazione parlamentare del Pd siano antitetici essendo evidente che ciascun organismo o ente persegue gli interessi della categoria o «classe» rappresentata».