5 marzo 2021
Aggiornato 17:00
Stranieri stereotipati

Gli immigrati sono vittime o criminali per il 76,2% dei TG

Indagine dell'Università La Sapienza: i cittadini stranieri in Italia sono spesso associati alla cronaca nera

ROMA - Un'immagine «congelata e immobile, ancorata alle stesse modalità, alle stesse notizie, agli stessi stili narrativi e in qualche caso agli stessi tic e stereotipi». E' il dato che emerge dalla 'Ricerca nazionale su immigrazione e asilo nei media italiani', condotta dall'Università La Sapienza, Facoltà di scienze della comunicazione. L'immigrazione è, in sostanza, un «problema da risolvere», mentre, dall'altra parte, la cronaca, con il 60% nei tg (livello mai rilevato in passato), appare l'elemento ancora dominante riducendo la complessità della realtà dell'immigrato alla sua eventualità criminale. La ricerca conferma i risultati delle rilevazioni svolte negli ultimi 20 anni.

L'indagine, iniziata tra agosto e settembre 2008, ha riguardato i sette tg nazionali (edizioni serali): Tg1, Tg2, Tg3, Tg4, Tg5, Studio Aperto, TgLa7; sei quotidiani più un free press: Corriere della Sera, La Repubblica, L'Unità, il Giornale, Avvenire, Metro. In totale sono stati analizzati 1.084 servizi di telegiornale e 1.540 articoli di quotidiano.

Il ritratto delle persone di origine straniera che emerge è in gran parte associato a fatti di cronaca nera. Nel 76,2% dei casi, le persone straniere sono presenti nei telegiornali come autrici o vittime di reati. E Altra possibile fonte di distorsione, si sottolinea nella ricerca, è la tipologia di crimini rappresentati dalla cronaca. Le persone straniere compaiono più frequentemente di quelle italiane quando sono responsabili o vittime di fatti particolarmente brutali, come: la violenza sessuale (più del triplo, 24,1% contro 7,2%), le lesioni personali (più del doppio 24,1% contro 10,9%), il sequestro (17% contro 4,4%) o il furto (11,3% contro 8,7%).

Riassumendo: lo straniero è spesso un criminale, è maschio (quasi all'80%) e la sua personalità è schiacciata sul solo dettaglio della nazionalità o della provenienza etnica, presente spesso nel titolo delle notizie. Caratteristica questa che costituisce anche il legame esplicitamente riferito dalla testata per spiegare gli avvenimenti e collegarli con altri: l'appartenenza a un gruppo etnico o la nazionalità dei protagonisti viene ricondotta al fatto narrato in quasi due casi su dieci (18,6%) e l'immigrazione in poco più di una notizia su dieci (11,5%).