28 gennaio 2020
Aggiornato 10:00
Sabato 12 settembre la tradizionale cerimonia di premiazione

Premiazione lucchesi nel mondo

Camera di commercio e associazione lucchesi nel mondo premiano i «lucchesi che si sono distinti all’estero»

LUCCA - Si terrà sabato 12 settembre, alle ore 10.30, nella sala Fanucchi della sede camerale di corte Campana, la tradizionale cerimonia di premiazione dei «lucchesi che si sono distinti all’estero». La manifestazione, nata nel 1970 su iniziativa della Camera di Commercio e dell'Associazione Lucchesi nel Mondo, è stata presentata nel corso di una conferenza stampa alla quale sono intervenuti il presidente della Camera di Commercio, Claudio Guerrieri, e il presidente dell'Associazione, Alessandro Pesi, con la segretaria Ilaria Del Bianco.

Come è stato sottolineato nel corso dell’incontro, il premio è il riconoscimento per quei conterranei che, operando nel campo dell'imprenditoria e del lavoro, delle professioni, della cultura e del volontariato, hanno contribuito alla crescita economica e sociale dei Paesi di accoglienza, tenendo alto il nome di Lucca e della sua provincia. I lucchesi nel mondo sono anche un importante punto di riferimento per le aziende della nostra provincia. Un punto di riferimento che nasce dai vincoli che legano Lucca ai propri figli all'estero e ai loro discendenti. Un sentimento favorito ed alimentato dalla presenza organizzata dalle nostre comunità all'estero.

Questo l’elenco dei premiati con le relative motivazioni.

Joseph Cavalli
Nato nel 1963 a Francoforte, in Germania, originario di Capannori da parte della nonna materna, si è stabilito con la sua famiglia a Portland, Oregon. Dopo essersi laureato con il massimo dei voti in Storia alla Portland State University ed aver espletato il servizio militare nell’esercito degli Stati Uniti in Corea ed Europa, ha conseguito sempre a Portland la specializzazione in Storia, ottenendo il Premio Harold Stuffer quale miglior studente del corso. Inizia quindi la sua carriera nel mondo dell’insegnamento quale docente, dal 1998 al 2000, presso la Scuola Internazionale di Zagabria, in Croazia, poi a Roma, presso la Marymount International School, e quindi in Bahrein. Attualmente è docente presso il Clark College di Portland.
Ha sempre rimarcato con forza e concretezza il suo forte attaccamento all’Italia partecipando e dando fattivo contributo all’organizzazione di numerose iniziative per la comunità italiana.

Angelo Ceccanti
Nato nel 1947 a Capannori, nel 1969 decide di visitare l’Australia, attratto particolarmente dalla possibilità di fare pesca subacquea, sua grande passione. Inizia così l’avventura nel continente australiano, in cui decide di rimanere lavorando nella coltivazione del tabacco, prima come dipendende e poi, nel 1977, comprando la sua prima fattoria di circa 40 ettari.
A seguito della distruzione di tutta la sua proprietà nel 1978 sostituisce le piante di tabacco con pregiati vitigni che, ben adattandosi al luogo, iniziano a produrre vini sempre più raffinati che conseguono numerosi riconoscimenti in occasione delle fiere specializzate. Ottenuto il successo nella produzione vinicola, Angelo amplia il suo campo di attività aprendo una panetteria-pasticceria-bar ed un ristorante presso la stessa fattoria, specializzato in cucina tipica toscana.
Socio del Toscana Club, sostenitore del gruppo giovanile i Girasoli si è sempre fortemente impegnato nelle attività a favore dei conterranei più disagiati.

Michael Giannelli
Nato a Camaiore nel 1945 è emigrato negli Stati Uniti nel 1960, dopo aver terminato gli studi ha aperto una piccola attività aziendale che con senso dell’imprenditoria e sacrificio personale ha man a mano sviluppato sino ad oggi. La Cortina Companies è una ditta, specializzata nell’ambito della produzione di parti meccaniche industriali, ne è stato il fondatore ed attualmente ne è Presidente ed amministratore delegato.
Per alcuni anni, sino al 2000, è stato inoltre a capo del Transportation Safety Equipment Institute, con sede a Washington; attualmente ne è consigliere.
Membro della commissione per lo sviluppo economico di Franklin Park, ha ricevuto nel 2004 il Norbic Mass Mutual Manufactoring Excellence Award come miglior imprenditore dello Stato dell’Illinois nel campo dell’innovazione e dell’efficienza produttiva.
Membro dell’associazione Lucchesi nel Mondo della sua città, sostiene numerosi enti benefici cattolici operanti in Chicago

Tullio Grandi
Nato nel 1934 a Lucca si trasferisce in Brasile nel 1955, dove incontra Iva, sua futura moglie. Preso dalla nostalgia per la sua terra decide di rientrare a Lucca, dove trova lavoro nel famoso locale «La Casina rossa». Qui si appassiona all’arte della cucina ed acquista approfondita esperienza nella preparazione di prodotti tipici lucchesi.
Dopo alcuni anni insieme alla moglie torna nuovamente in Brasile, a San Paolo, impiegandosi in una caffetteria e poi come gestore di un locale italiano. Nel 1977 apre la «Cantina di Piero» primo di ben 13 ristoranti di cui è attualmente proprietario.
Quale membro dell’Associazione Lucchesi nel Mondo di San Paolo è stato promotore, organizzatore e sostenitore di numerosi eventi ed attività legate alla cultura italiana e lucchese in particolare.

Maria Luisa Lodo Guidi
Nata nel 1930 a Pietrasanta, emigra con la famiglia in Venezuela dove nel 1965 consegue la laurea in Psicologia. La sua vita e la sua carriera si svolgono completamente in ambito universitario. Dopo il Magister Scientiarium in Psicologia ottenuto presso l’Universidad Central de Venezuela ed il dottorato in Pedagogia presso Università del Massachussets, ha sviluppato studi fondamentali nell’ambito della terapia familiare sistemica e della dinamica dei gruppi e dello sviluppo aziendale
Attualmente è professoressa di Gestione delle Risorse umane nel corso di specializzazione in Scienze economiche e sociali.
Per i suoi studi ha ottenuto numerosi premi tra cui quello dell’Associazione venezuelana di Psicologia Sociale

Gianfranco Mancini
Nato vicino a Liegi nel 1951, figlio e nipote di cavatori originari di Seravezza emigrati in Belgio nel secondo dopo guerra, seguendo le orme del padre apprende l’arte dello scalpellino fino a quando, nel 1994, incontra la scultura e si appassiona a questa arte.
Segue i corsi dell’Accademia delle Ardenne e frequenta subito dopo la scuola di Belle Arti.
Si è consacrato esclusivamente alla scultura della pietra. Il suo percorso professionale lo ha portato ad esporre le sue opere in occasione di mostre e di simposi, ottenendo vivi apprezzamenti dalla critica e dal pubblico a Liegi, a Strasburgo, in Francia, a Berlino. L’ultima sua importante scultura raffigura il primo Principe Vescovo di Liegi che è stata collocata nel chiostro della Chiesa di Saint Jean nel centro della città.

Leana Mariotti
Nata a Paisley in Scozia nel 1924, originaria di Barga per parte di padre, ha dedicato la sua intera vita a sostegno delle iniziative benefiche e culturali della comunità italiana di Glasgow. Con il marito Antonio ha gestito, per circa 15 anni, la Casa d’Italia della città e ne è stata anche segretaria dal 1969. Impegnata nel comitato dei Lucchesi nel Mondo prima di Paisley e poi di Glasgow, ha fatto parte per decenni del locale Comites ed ha fondato l’Associazione Donne Italo Scozzesi di cui è stata per lunghissimo tempo Presidente. Per il suo impegno e per la stima riscossa nella comunità italiana è stata insignita del titolo di Cavaliere della Repubblica.

Roberta Menesini
Nata nel 1940 a Borgo a Mozzano è emigrata a Londra con la famiglia. Dopo gli studi ed il matrimonio ha lavorato per molti anni quale agente di viaggi. Accanto all’impegno nel lavoro ed alla cura della famiglia si è sempre adoperata in associazioni benefiche operanti soprattutto a favore degli italiani residenti nella sua città: dal 1973 al 2003 è stata segretaria del Centro Scalabrini e della Voce degli Italiani. Nel 1974 ha fondato l’Associazione genitori di Kennington - St. Bede, di cui è stata Presidente per dieci anni. Dal 1984 è Presidente del Comitato Donne Italiane. È stata inoltre membro di diversi circoli italiani. Nel 2008 è stata insignita del titolo di Cavaliere Ufficiale della Repubblica italiana

Arnaldo Pinochi
Originario di Capannori, nato nel 1937 a La Plata si è impiegato nel settore amministrativo del Dipartimento della Salute della Repubblica Argentina, all’interno del quale ha compiuto una brillante carriera lavorativa. Durante l’infanzia aveva però coltivato l’amore per l’arte italiana ed europea, soprattutto per le opere del periodo rinascimentale. Appena ebbe a disposizione un po’ di denaro iniziò ad entrare in contatto con mercanti d’arte italiani ed europei in genere, approfondendo la conoscenza dell’arte antiquaria e sviluppando una fitta rete di rapporti internazionali che lo hanno portato a divenire ben presto uno degli antiquari più noti e stimati della sua città.

Piero Rossi
Nato a Pretoria da famiglia di origine lucchese si è specializzato nell’industria del ferro e dell’acciaio in qualità di modellista . Nel 1980 ha avviato una prima ditta per la lavorazione di fibre di vetro e di componentistica per motori industriali assieme ad altri due soci. Dopo due anni, intravedendo ulteriori possibilità di sviluppo ed ampliamento del mercato, fonda la Rosco Mouldings, azienda specializzata nella componentistica per auto, che ottiene numerose commesse e riconoscimenti da compagnie multinazionali come la BMW, la Volkswagen e la Daimler Chrysler ma anche incarichi per forniture per la Compagnia delle Telecominicazioni del Sud Africa.
Attualmente la ditta ha un organico di 85 persone

Gianfranco Sanguigni
Emigra a 19 anni per l’America del Nord. Dopo un breve soggiorno a Toronto decide di raggiungere una sorella residente nei dintorni di San Francisco. Impiegatosi come cameriere in un ristorante italiano si dedica allo studio della lingua inglese e supera l’esame di ammissione dell’Oakland city college. Nel 1964 torna nuovamente a Toronto e poco dopo, assieme ad un altro toscano, rileva un ristorante specializzandosi in cucina toscana e in consegne a domicilio. Tutti i piatti venivano preparati con prodotti tipici importati direttamente dall’Italia e ben presto la clientela divenne numerosissima ed affezionata.
Nel 1976, sempre insieme all’amico socio, aprì un pastificio le cui macchine vennero comprate a Genova. La ditta venne chiamata Pasta fiorentina e fu creato anche un nuovo ristorante, il Puccini’s Restaurant.
Nel2006 ha venduto tutte le attività e si è ritirato, spendendo il suo tempo quale membro del Business Improvement Area di Eglinton Hill e del Circolo Ricreativo Toscano di cui è stato anche tra i fondatori.

Loretta Sciacqua
Nata nel 1940 ad Altopascio si è trasferita nel 1962 in California assieme al marito ed alla prima figlia. Impiegata presso un’importante ditta di cioccolatini di San Francisco di cui era capo reparto produzione, nel tempo libero la nostalgia per la terra in cui era nata, per le sue tradizioni ed abitudini, l’ha portata ad entrare a far parte di numerose associazioni italiane. Presidente per 16 anni dei Sons of Italy, ha organizzato cene, viaggi in Italia, raccolte benefiche per famiglie bisognose. Membro dell’Italian Women Guild e dell’Associazione Lucchesi nel Mondo, si è distinta in modo particolare nella comunità lucchese ed italiana ottenendone la stima e l’apprezzamento.

Giuliana Silvestri
Nata a Belfast nel 1959 si è laureata in medicina nel 1985. Dopo lunghi studi specialistici e l’ottenimento di molteplici masters, ha ottenuto, mentre espletava la docenza di chirurgia all’Università del Queenes, l’incarico di chirurgo oftalmico presso l’Ospedale Royal Victoria.
Nominata nel 2001 capo del reparto accademico, è responsabile dell’istruzione degli studenti medici tirocinanti presso lo stesso Ospedale. Autrice di oltre 32 pubblicazioni su riviste specializzate internaizonali gestisce attualmente oltre duemilioni di sterline indirizzate alla ricerca nel suo campo di attività.

Giancarlo Tambellini
Nato a Lucca nel 1933 emigra a venti anni a Pittsburgh. Qui dopo aver lavorato per tre anni nel ristorante dello zio, entra in società con un cugino ed apre un proprio ristorante. Dopo un brillante avviamento ed il consolidamento delle clientela, attratta degli squisiti sapori della cucina toscana, dà vita ad un nuovo locale, uno tra i più grandi degli Stati Uniti con oltre ottocento posti e più di duecentotrenta dipendenti. Il Tambellini’s Reastaurant , specializzato in piatti di pesce e conosciuto in tutta l’America, arriva a servire più di ottomila cene per settimana. Dopo anni di lavoro, dove ogni giorno non erano meno di 12 le ore passate nel suo locale, Giancarlo si è ritirato, ma non prima di aver trasmesso ai più giovani ed in particolare alle figlia Cristiana la passione per il lavoro e la tradizione culinaria lucchese.

Michele Teldeschi
Nato a Casabasciana, Bagni di Lucca, nel 1915 è emigrato quattordicenne in California assieme alla famiglia. Il suo primo lavoro fu quello di tanti altri lucchesi originari di Bagni di Lucca, venditore di figurine porta a porta. Passò da un impiego all’altro fin quando, allo scoppio della seconda guerra mondiale, si arruolò nella Marina degli Stati Uniti. Alla fine della Guerra assieme al fratello avviò un commercio di uva da vino . Vedendo come il settore fosse florido e ricco di possibilità di espansione, acquistò, sempre assieme al fratello, un vasto appezzamento di terreno dove impiantò selezionate tipologie di vitigni per la produzione di vino di qualità, un’azienda divenuta col tempo rinomata e conosciuta in tutta l’America del Nord. Dopo essersi separato dal fratello ha portato avanti la produzione con i due figli, aumentando notevolmente l’estensione dei vitigni. Michele non è ricordato solo per essere un viticoltore di successo, ma un uomo retto, ammirato per il suo buon senso, la generosità e l’umanità.
Michele Teldeschi è deceduto lo scorso 29 maggio, dopo aver appreso di essere stato onorato con questo premio.

Francis Antony Quinn – PREMIO MARTINELLI
Nato a Los Angeles nel 1921, originario di Lucca per parte di madre, è stato ordinato sacerdote nel 1945 nella cattedrale di San Francisco. Laureato in Scienze dell’Educazione presso l’Università Cattolica degli Stati Uniti e specializzato presso l’Università di Berkley ha iniziato la sua carriera di docente presso la Serra High School di San Mateo. Nel 1955 è stato nominato vice direttore delle Scuole Cattoliche di San Francisco mentre espletava l’incarico di professore ordinario presso l’Università della città. Dal 1962 al 1971 direttore del giornale cattolico di San Francisco e Stockton e della radio televisione cattolica. Sacerdote presso la parrocchia di San Gabriele a San Francisco, è stato eletto Presidente della conferenza dei Sacerdoti della città.
Nel 1978 è stato nominato Vescovo di San Francisco e quindi, nel 1980 settimo Vescovo di Sacramento.
Direttore della Conferenza nazionale dei Vescovi degli Stati Uniti dal 1983 al 1987, ha rappresentato i Vescovi nordamericani alla Conferenza di pace in Cina nel luglio 1986.
Vescovo emerito di Sacramento dal 1994, opera attualmente nelle missioni cattoliche presso le tribù indiane del sud dell’Arizona.