19 novembre 2019
Aggiornato 06:30
Un controesodo iniziato senza particolari problemi

Ciucci: «Primo controesodo senza problemi, bollino nero 22»

Il presidente dell'Anas: «Piano operativo Passante Mestre sta funzionando»

ROMA - Un controesodo iniziato senza particolari problemi. Il piano operativo messo a punto dall'Anas sembra funzionare a cominciare da quello predisposto per gestire il traffico sul Passante di Mestre. Il traffico in queste ore è sostenuto e in alcuni casi si registrano alcune inevitabili code e rallentamenti, percio l'attenzione non si attenua anche in vista del prossimo weekend, quello dal 21 al 23 agosto con il 22 contrassegnato da un possibile 'bollino nero'. E' un primo bilancio positivo quello tracciato dal presidente dell'Anas, Pietro Ciucci che, in un'intervista rilasciata in esclusiva ad Apcom ribadisce che l'informazione è uno dei punti chiave per un rientro tranquillo dalle vacanze.

«La fase delle grandi partenze - sottolinea Ciucci - è terminata senza situazioni critiche, a parte l'episodio del primo agosto sul Passante di Mestre. Su indirizzo del ministro Matteoli, il grande dispiegamento di uomini e mezzi messo in campo, anzi su strada, da parte dell'Anas, delle forze dell'ordine, delle concessionarie, unito al coordinamento e alla collaborazione tra tutti i soggetti coinvolti nella gestione e alla maggiore responsabilità degli utenti, che hanno distribuito gli spostamenti su più giornate e in tutte le fasce orarie, hanno consentito di ottenere risultati anche migliori del 2008».

«Per il controesodo sulle strade e sulle autostrade italiane - conferma Ciucci - il giorno più a rischio di traffico è sabato 22 agosto, possibile bollino nero, in quanto continueranno massicciamente i grandi flussi di traffico in direzione nord e quindi i rientri nelle grandi città, ma non si esclude circolazione intensa sulle direttrici nord-sud anche nei giorni 21, 23 e 24 agosto. Voglio ricordare - prosegue - che è fondamentale programmare bene anche il viaggio di ritorno, non solo quello di andata, e quindi informarsi prima di partire e conoscere anche i percorsi alternativi predisposti dai gestori.

E' possibile farlo - ricorda Ciucci - attraverso il nostro sito internet www.stradeanas.it, telefonando al numero unico Pronto Anas 841.148, oppure al Numero verde Anas 800-290-092 dedicato alla A3 Salerno-Reggio Calabria e per le informazioni su tutta la rete stradale e autostradale, invece, il Numero verde 1518, del Cciss 'Viaggiare informati'».

Quanto al nodo del Passante di Mestre, «il piano di gestione richiesto dall'Ispettorato vigilanza concessioni autostradali dell'Anas (Ivca) alle società concessionarie - ricorda Ciucci - è stato attivato dopo il blocco della circolazione del primo agosto e concordato con le forze dell'ordine e con le Prefetture di Venezia e di Treviso. Le misure hanno prodotto ottimi riscontri. Infatti - spiega - non abbiamo avuto più problemi sul nodo di Mestre, in quanto il piano ha funzionato sotto tutti gli aspetti. L'aver diviso costantemente il traffico con la nuova segnaletica aggiuntiva nelle ore critiche tra Passante di Mestre e Tangenziale, aver predisposto, pubblicizzato e suggerito l'utilizzo dei percorsi alternativi e aver adottato la chiusura forzata del passante, come ad esempio è stato fatto alle 5,40 dello scorso 8 agosto quando si registravano 11 chilometri di coda - fa notare - sono state mosse vincenti che hanno consentito di minimizzare i disagi per l'utenza. Tutto ciò - aggiunge - era previsto nel piano straordinario. Bisogna anche tener conto che i volumi di traffico dei giorni 7 e 8 agosto sono stati equivalenti a quelli del 31 luglio e del primo agosto».

E per la verifica ispettiva sul Passante predisposta dall'Ivca dopo la paralisi di fine luglio inizi agosto, Ciucci annuncia che «l'Ispettorato ha concluso già la settimana scorsa la fase istruttoria della verifica ispettiva con l'acquisizione di dati e materiale documentale e sta ultimando le analisi e le valutazioni di competenza. Si dovrà a questo punto procedere, se del caso, ad approfondimenti, ascoltando le società concessionarie, e valutare le loro eventuali controdeduzioni, come previsto dalla normativa in materia». Ciucci prende lo spunto poi per confermare la bontà del progetto malgrado gli intoppi all'esordio estivo: «il Passante di Mestre - afferma - è una bellissima autostrada, moderna e importante, che in pochi mesi, dopo l'apertura nel febbraio scorso, ha già avuto un impatto molto positivo per il Nord Est italiano, migliorando sensibilmente la circolazione nel nodo di Mestre. Certo, da sola non basta». Secondo Ciucci, «occorre quindi dotare della terza corsia anche la A4 Trieste-Venezia. L'Anas collabora attivamente con il Commissario straordinario Tondo per accelerare tempi e procedure degli appalti e dei lavori. E' già in fase di gara l'affidamento a contraente generale del primo tratto, da Quarto d'Altino a San Donà di Piave. Tutti i lavori saranno completati entro il 2014-2015».