10 dicembre 2019
Aggiornato 06:00
Inchiesta Bari

Patrizia D'Addario in Procura a Bari all'ufficio denunce

Avrebbe presentato un esposto. Accompagnata da un legale

BARI - La escort barese Patrizia D'Addario, coinvolta nella vicenda delle feste a casa del premier Silvio Berlusconi, si è presentata stamane alla Procura di Bari. La donna, a quanto si apprende, si è recata all'ufficio denunce del quarto piano dove avrebbe presentato un esposto.

ACCOMPAGNATA DAL LEGALE - La D'Addario era accompagnata da un legale dello studio di Maria Pia Vigilante che l'assiste e si è trattenuta in Procura per pochi minuti senza parlare con alcun magistrato e andandosene dopo pochi minuti senza rilasciare dichiarazioni.

Poco prima, avvicinata avvicinata da un cronista dell'ANSA, l'escort non aveva voluto fornire dichiarazioni e il suo legale si è limitata a dire: «Abbiamo da fare».

EX AMANTE ACCUSA - Restano le parole dell'ex amante della D'Addario che l'accusa di tentato omicidio: «Due giorni fa ha speronato la mia Vespa». Sarebbe una vendetta per l'intervista alla moglie apparsa sulla Gazzetta del Mezzogiorno la scorsa settimana.