19 novembre 2019
Aggiornato 21:30

Bergamo, 4 squali impantanati nel fango in Val Seriana

Camion del «Mexican Circu» bloccato nel viaggio verso Ardesio

BERGAMO - Chissà se quattro squali - tre adulti e un cucciolo - abituati a nuotare nei caldi mari tropicali, avrebbero mai immaginato, un giorno, di ritrovarsi impantanati nel fango delle valli del bergamasche, a 700 metri sul livello del mare, tra abeti e pittoresche baite di montagna.

L`episodio, decisamente surreale, si è verificato questa mattina quando un pesante autoarticolato dell`italianissimo «Mexican Circus», a bordo del quale si trovava la vasca degli squali, è rimasto impantanato mentre da Rovetta (Bergamo) si muoveva alla volta di cittadina di Ardesio, località montana della Val Seriana. A poco sono valsi gli sforzi di rimettere il mezzo carreggiata, il personale del circo è stato costretto a richiedere l`aiuto dei Vigili del fuoco che, a loro volta, hanno dovuto far intervenire una gru partita da Bergamo.

Non è la prima volta che in Italia si verificano incidenti durante il trasporto degli animali detenuti nei circhi», ha spiegato Giovanni Guadagna, responsabile ufficio cattività dell'Ente protezione animali. «Tra l`altro - ha aggiunto Guadagna - proprio pochi giorni fa, all`estremo opposto della Penisola, a Crotone, una pattuglia della polizia stradale ha fermato un mezzo pesante che, sotto il sole di luglio, portava in giro per la città, a scopo pubblicitario, un elefante indiano». «Gli episodi di Bergamo e Crotone - ha concluso Guadagna - dimostrano entrambi l`inadeguatezza della normativa italiana in merito alla disciplina dell`attività circense».

E` anche con l`obiettivo di sopperire a questa lacuna che l`Enpa appoggia le proposte di legge per un circo senza animali, presentate sia alla Camera dei deputati che al Senato.

Costringere altri esseri viventi a trascorrere i loro giorni in un ambiente contrario alla loro natura è abitudine crudele e incompatibile con una società che ama definirsi «civile».