23 ottobre 2019
Aggiornato 20:00

Influenza A/h1n1: 4 nuovi casi confermati in Italia

Salgono complessivamente a 14 i casi nel nostro paese

ROMA - Sono stati confermati oggi altri 4 casi di influenza A/H1N1 in Italia. Si tratta di giovani liceali che si erano recati nei giorni scorsi negli Stati Uniti per un viaggio educativo. I 4 giovani, rientrati il 19 maggio a Roma da New York, con sintomatologia influenzale e in alcuni casi febbre, si sono recati in due Ospedali romani dove sono stati visitati e sottoposti a trattamento.

Le misure di contenimento dell’infezione disposte dal Viceministro Ferruccio Fazio sono immediatamente scattate già dal momento della segnalazione dei casi sospetti: le Asl competenti per territorio hanno attivato la sorveglianza per i contatti stretti dei giovani e hanno contattato gli insegnanti delle due classi che avevano viaggiato con loro disponendo che gli studenti non tornassero a scuola per i sette giorni successivi al ritorno in Italia.

Per il futuro il Viceministro Ferruccio Fazio, in accordo con il Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca Mariastella Gelmini, ha previsto la chiusura anticipata delle scuole in cui si verificassero casi confermati di influenza A/H1N1 tra gli studenti.

Si sottolinea che in Italia i casi confermati di influenza A/H1N1 sono ancora limitati grazie all’efficacia e alla tempestività delle misure di contenimento dell’infezione disposte già a poche ore dalla comunicazione di allerta dell’Oms e continuamente modulate con l’evolversi dello scenario nazionale e internazionale. Alla luce dell’andamento della diffusione dell’infezione negli altri Paesi non si esclude però che si possa verificare un possibile incremento anche prossimo dei casi nel nostro Paese. Si ricorda comunque che il virus finora ha determinato solo una sintomatologia simile a quella di una influenza stagionale leggera, con febbre, dolori articolari, mal di testa, mal di gola e che sono state previste tutte le misure necessarie ad affrontare l’eventuale evolversi della situazione.