30 luglio 2021
Aggiornato 03:30

Milano, violenta e mette incinta 14enne: arrestato 49enne

Protagonista della vicenda è un 49enne di origine ecuadoriana, irregolare e pregiudicato

MILANO - Abusava sistematicamente della figlia 14enne della sua convivente fino a quando, alla fine dello scorso dicembre dello scorso anno, l'ha stuprata e il mese scorso la ragazzina si è accorta di essere rimasta incinta e ha abortito. Protagonista della vicenda è un 49enne di origine ecuadoriana, irregolare e pregiudicato, che il 28 febbraio scorso si è costituito ai carabinieri di Milano che lo cercavano dopo la denuncia della sua ex compagna.

Ieri il fermo è stato convalidato dal magistrato e oggi la vicenda è stata resa nota. La squallida storia ha inizio nell'ottobre 2008, quando l'uomo ospita nella sua stanza del bilocale in zona Procaccini che condivide con il figlio, la 30enne fidanzata guatemalteca con i suoi due figli, la 14enne e il suo fratellino di 12 anni. Di notte il 50enne si scatenava dando libero sfogo alle violenze che, per l'accusa, si sono ripetute in almeno otto casi.

E proprio nel corso di una notte dei primi giorni dello scorso febbraio che la donna ha sorpreso il convivente mentre palpeggiava la ragazzina e, al culmine di un violento litigio, ha lasciato con i figli l'appartamento andando ospite da un amico che abita in zona viale Sarca. E proprio grazie al sostegno dell'amico, la donna ha trovato la forza di sporgere denuncia ai carabinieri, ancora prima di sapere il terribile esito della violenza sessuale. Nel frattempo il 49enne si era reso irreperibile, fino a sabato scorso quando si è presentato ai militari della Stazione Sempione dicendo: «So che mi state cercando».