5 agosto 2021
Aggiornato 08:00
«Anche reazioni a primi commenti confermano qual'è sua cultura politica»

«Da Berlusconi non c'è da aspettarsi altro»

Lo dichiara Anna Finocchiaro, Presidente dei senatori del PD

«Pretendere che Berlusconi chieda scusa per le parole usate nei confronti di Obama è tempo perso».
Lo dichiara Anna Finocchiaro, Presidente dei senatori del PD.

«Nella sua cultura politica, nel suo modo di intendere le relazioni tra stati o tra leader internazionali non c'è il giusto distacco istituzionale, il necessario rispetto che tutti si aspetterebbero da un Premier di una delle principali nazioni del mondo.

Questo è il Premier delle bandane e delle corna. Perché meravigliarsi oggi che scherzi sul colore della pelle del prossimo Presidente americano?
La sua formazione politica gli impedisce di cogliere la gravità di certi comportamenti e di certe affermazioni che tradiscono ambiguità e pensieri che troppo spesso ci riempiono di inquietudini».

«Anche le reazioni ai primi commenti alle sue affermazioni - continua Anna Finocchiaro - confermano il suo totale disprezzo per le regole istituzionali, per l'opposizione e per una corretta dialettica politica.

Sarebbe giusto e sacrosanto che il Presidente del Consiglio chiedesse scusa a Obama e agli americani e anche a quegli italiani che non ne possono più di tali atteggiamenti che gettano discredito sulla nostra classe dirigente. Noi gli chiediamo comunque di farlo».
«Ma purtroppo - conclude Anna Finocchiaro - da Berlusconi non c'è da aspettarsi altro».