30 marzo 2020
Aggiornato 19:30
Vicenda RAI - Consulta

Pannella: «La nostra battaglia sta dando i suoi frutti»

«Primo esito positivo nella direzione indicata innanzitutto dal Presidente della Repubblica»

Marco Pannella, leader radicale che solo ieri ha interrotto lo sciopero della sete per richiamare l'attenzione sull'empasse del Parlamento in merito all'elezione del presidente della Commissione di vigilanza Rai e del giudice della corte Costituzionale, soddisfatto prende «atto che una nostra battaglia sta dando i suoi frutti, con un primo esito positivo nella direzione indicata innanzitutto dal Presidente della Repubblica».

«E' una battaglia che abbiamo affrontato per molti anni e che di fatto, anche se non de iure, aveva interrotto una prassi pericolosa portando all'elezione dei due giudici della Corte Costituzionale e ad un'inedita decisione della Camera dei Deputati, fissando in deroga alla Costituzione a 617 invece che a 630 il plenum della Camera. Comprendiamo che i riconoscimenti che ci vengono sono sinceri - continua Pannella - così come la straordinaria maggioranza assoluta dei parlamentari a sostegno del Presidente della Repubblica, ma riteniamo ancora che, davvero, ci sia una preoccupante forma di sclerosi nel dialogo democratico e nell'adempimento perentorio, in uno Stato di diritto, del rispetto degli obblighi costituzionali innanzitutto, e soprattutto propri del parlamento».

«Per questo - aggiunge il leader radicale - continueremo nella nostra azione, onde impedire che il qualche progresso che oggi indubbiamente si registra nella direzione giusta non venga poi vanificato dalla logica delle cose, alla quale purtroppo l'attuale regime sembra essere costretto. Constatiamo inoltre che la 'politica' è a tal punto paralizzata e soffocata - conclude Pannella - da essere bloccata da oltre quattro mesi dall'incapacità di trovare alla luce del sole e dell'opinione pubblica quel compromesso che pure fa parte della moralità politica, e che nella opacità e nella oscurità costituisce la vera regola del potere».

Fonte: Apcom

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal