28 ottobre 2021
Aggiornato 23:30

Alfano: «Con l'approvazione della manovra Processi civili più veloci»

«In quest’ottica si inserisce l’ammodernamento veicolato dal processo telematico che è già in fase di sperimentazione in alcune sedi giudiziarie»

Il ministro della Giustizia Angelino Alfano ha sottolineato che con l’approvazione della manovra alla Camera, si dà il via anche alla razionalizzazione e alla velocizzazione del processo civile che rientra a pieno titolo fra le priorità del Governo. «In quest’ottica si inserisce l’ammodernamento veicolato dal processo telematico che è già in fase di sperimentazione in alcune sedi giudiziarie.

Un decreto ministeriale detterà le norme di attuazione che terranno conto della effettiva realizzazione delle strutture minime per evitare disagi e disservizi. Tra le innovazioni più importanti - ha osservato Alfano- l’avvio delle notifiche telematiche grazie alle quali si abbatteranno i costi e si alleggerirà il lavoro dei tribunali. Al fine di garantire lo snellimento delle procedure, è prevista l’introduzione di una sanzione processuale che determina l’estinzione immediata del processo qualora le parti non si presentino alla prima udienza.

Siamo certi che il mondo economico apprezzerà la riforma in quanto, com’è noto, la lentezza del processo civile determina gravi conseguenze sulla stessa competitività, anche internazionale, delle imprese italiane, diventando una variabile incontrollata nella gestione dei costi d’impresa».