31 marzo 2020
Aggiornato 08:30
Open innovation

La startup italiana «IGOODI» premiata all'Open Innovation Contest di Tokyo

La startup italiana creata da Billy Berlusconi ha ottenuto un importante riconoscimento di livello internazionale nel corso della finale mondiale dell’Open Innovation Contest di Tokyo

Billy Berlusconi alla premiazione della startup IGOODI
Billy Berlusconi alla premiazione della startup IGOODI Ufficio Stampa

TOKYO - Questa mattina a Tokyo nel corso delle finali mondiali dell’Open Innovation Contest promosso da NTT DATA, uno dei principali player a livello mondiale nell’ambito dell’information technology, IGOODI (igoodi.eu), ha ottenuto dalla giuria qualificata composta da esperti del settore la vittoria a livello globale nella categoria «Disruptive Social Innovation», confermandosi come eccellenza italiana nel panorama internazionale.

La prima «Avatar Factory» made in Italy si è guadagnata questo significativo riconoscimento dopo aver presentato la sua avanzata piattaforma tecnologica «The Digital You» sul palco dell’InterContinental ANA Tokyo davanti a un pubblico autorevole del settore dell’innovazione. Il titolo di «Grand Champion» della competizione, conteso in totale da ben 28 startup da tutto il mondo, è andato invece agli israeliani di Binah.ai grazie a un progetto per il monitoraggio della salute tramite una fotocamera.

«Arriviamo alla conclusione di questo Open Innovation Contest davvero soddisfatti per aver ottenuto un primato che ci rende orgogliosi del lavoro svolto finora e che ci conferma la bontà della nostra visione sul presente e sul futuro dei mercati e dell’evoluzione della user experience nei prossimi anni - spiega Billy Berlusconi - Torniamo a casa felici per aver conosciuto tantissimi esperti del settore in una città incredibile, confidenti di poter continuare questa proficua collaborazione con NTT DATA, un grande gruppo internazionale che ha riconosciuto il valore del nostro lavoro e delle energie profuse da IGOODI negli ultimi anni per creare attraverso l’avatar un ponte tra l’io fisico e l’io digitale, realizzando prodotti e servizi che permettano di semplificare la vita delle persone in diversi settori: dal fashion agli e-commerce, dal wellness al medicale, dai social fino agli e-sport».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal