18 dicembre 2018
Aggiornato 22:30

Polemiche su Facebook: ragazzina venduta all'asta come sposa

Una 16enne del Sud Sudan è stata venduta come sposa ad un’asta su Facebook. Anche alti funzionari locali avrebbero provato ad aggiudicarsi la minore

Polemiche su Facebook: ragazzina venduta all'asta come sposa
Polemiche su Facebook: ragazzina venduta all'asta come sposa (ANSA)

NEW YORK - Nuova polemica su Facebook. La società di Mark Zuckerberg è tornata al centro delle critiche per la pubblicazione e la condivisione sul social network di alcuni post in cui veniva discussa la vendita di una sposa bambina. Secondo la Cnn, sarebbe stata discussa un'asta per una ragazza di 16-17 anni in Sud Sudan.

OFFERTE DA 5 UOMINI - Facebook ha reso noto di aver rimosso tutti i post appena ne è venuta a conoscenza, quando la ragazza si era già sposata. Secondo l'organizzazione per i diritti dei bambini «Plan International», che ha denunciato «l'uso barbarico della tecnologia», alla ragazza sarebbero arrivate offerte da cinque uomini, tra cui anche alti esponenti del governo nazionale. Gli attivisti temono che l'asta - grazie alla quale il papà della ragazza ha ricevuto 500 mucche, tre auto e 10.000 dollari statunitensi - possa ispirare altre famiglie a usare i social media per lo stesso motivo.

ALTRE ACCUSE - Nei giorni scorsi, Zuckerberg e Sheryl Sandberg, la direttrice operativa di Facebook, sono stati accusati dal New York Times di aver nascosto le prove sulle interferenze russe nelle elezioni statunitensi e sullo scandalo Cambridge Analytica (vendita non consentita dei dati degli utenti, ndr) per non danneggiare la società.