23 settembre 2018
Aggiornato 05:00

Giochi e innovazione: Digital Magics insieme a La Settimana Enigmistica lancia call per startup

utte le imprese innovative digitali che sviluppano giochi per smartphone e Tablet potranno inviare il proprio progetto entro il 7 ottobre
Giochi e innovazione: Digital Magics insieme a La Settimana Enigmistica lancia call per startup
Giochi e innovazione: Digital Magics insieme a La Settimana Enigmistica lancia call per startup (Shutterstock.com)

MILANO - Digital Magics, il più importante incubatore di startup digitali «Made in Italy» attivo su tutto il territorio Italiano, insieme all’Editore de La Settimana Enigmistica, lancia la Call for Innovation CASUAL GAMING CHALLENGE.

La Call è rivolta a tutte le startup che operano nel settore gaming, che progettano e sviluppano giochi digitali per smartphone e tablet, molto semplici e destinati ad intrattenere un pubblico eterogeneo. Per partecipare è necessario presentare la candidatura sulla piattaforma dedicata. Fra tutte le startup che avranno fatto application entro il 7 ottobre, saranno selezionati i 10 progetti più interessanti che parteciperanno Lunedì 5 novembre all’Innovation Day, all’interno del campus di coworking Talent Garden Milano Calabiana.

L’obiettivo di CASUAL GAMING CHALLENGE è trovare le migliori startup, con software innovativi e originali, che siano in grado di creare una reale innovazione nell’ambito dei giochi digitali, per mobile device, di intrattenimento enigmistico e non solo, offrendo un’esperienza di gioco in modalità singola o di gruppo (multiplayer).

Le 10 startup finaliste avranno la possibilità di essere coinvolte in partnership commerciali e tecnologiche con La Settimana Enigmistica, in ottica di Open Innovation, integrando i tradizionali giochi con le iniziative digitali legate al mondo del casual gaming, creando forme di intrattenimento nuove che abbiano un denominatore comune: intelligenza e divertimento.

Il casual game è un gioco che ha una struttura semplice e quindi non richiede una lunga preparazione, ma allo stesso tempo è in grado di coinvolgere l’utente. Si caratterizza per uno stile grafico basilare e soprattutto per la possibilità di giocare partite brevi. Secondo l’AESVI (Associazione Editori Sviluppatori Videogiochi Italiani) il giro d’affari in Italia delle app di videogiochi è stato di 385 milioni di Euro nel 2017. Circa 17 milioni di italiani hanno giocato ai videogiochi negli ultimi 12 mesi: il 57% della popolazione di età compresa tra 16 e 64 anni; di cui il 59% uomini e il 41% donne. (Fonte: Ipsos Connect, gennaio 2018).

Secondo la società di analisi Digi-Capital nel 2017 l’industria del mobile gaming ha superato i 50 miliardi di Dollari di vendite a livello mondiale e nel 2021 potrebbe valere 80 miliardi.