22 novembre 2018
Aggiornato 12:06

La flotta delle bambole-robot per i single della Cina

In Cina ci sono 200 milioni di single, la maggior parte uomini. Questa azienda produce bambole-robot personalizzate
Bambola-robot
Bambola-robot (Exdoll)

PECHINO - Sarà intelligente, potrà parlare davvero, suonare musica e persino accendere la lavastoviglie. Il suo ruolo è «sfamare» la flotta di single cinesi che, nel Paese, ha ormai raggiunto cifre record: stiamo parlando di 200 milioni di persone. Tra di loro ci sono soprattutto maschi. E il San Valentino si dovrà pur festeggiare, in qualche modo.

La soluzione è tecnologica, naturalmente, è arriva da un’azienda chiamata Exdoll. Exdoll, che si trova nella città portuale di Dalian, attualmente produce circa 400 robot personalizzati al mese e il modello più popolare, di base, costa circa 400 dollari. Poi ci sono anche i modelli più avanzati, fino a 4mila dollari, con incorporato un assistente virtuale (simile a Siri di Apple, per intenderci) in grado di parlare e navigare in internet.

Bambola-robot
Bambola-robot (Exdoll)

Entro un anno, tuttavia, l’azienda si propone di fare molto di più. La bambola sarà in grado di imitare movimenti complessi ed espressioni facciali, riconoscendo le voci dell’utente e seguendo con gli occhi le persone intorno alla stanza. Qualcosa di molto simile a Sofia, il robot frutto di SingularityNet diventato famoso per aver ottenuto la cittadinanza dell’Arabia Saudita. L’obiettivo - a lungo termine - potrebbe anche essere quello di creare degli umanoidi così avanzati da poter essere utilizzati per curare la solitudine degli anziani e i disabili. Le bambole potrebbero anche essere riutilizzate per lavorare come assistenti medici e receptionist, ha detto l’azienda.  

Exdoll è una vera e propria fabbrica di bambole robotizzate. Ce ne sono di tutti i tipi. Se ne stanno appese lungo gli scaffali come fossero degli indumenti. Se chiedi loro come si chiamano ti rispondono il loro nome, salvo poi aggiungere che, volendo, potremo anche chiamarle «baby». La voce robotica è emessa attraverso un altoparlante, anche se le labbra non si muovono.

Bambola-robot
Bambola-robot (Exdoll)

In Cina ci sono 33,6 milioni di uomini in più delle donne, in un Paese che conta 1,4 miliardi di persone. Il divario è attribuito alla politica cinese dell’ex figlio unico e alla tradizionale preferenza per i figli maschi, che ha portato a un aborto selettivo e illegale. Ogni 100 ragazze nascono 114 ragazzi, ben al di sopra della media globale. La Cina ha inoltre una popolazione in rapido invecchiamento, che sta mettendo a dura prova il sistema sanitario e di assistenza sociale. E la bambole di Exdoll potrebbero risolvere buona parte di questi problemi sociali, ovviamente sempre secondo l’azienda. «La Cina ha una carenza di donna ed ecco spiegata la domanda, che non è solo per il sesso». Exdoll fa ricerca e progetta donne in grado di avere conversazioni significative e lavorare intorno alla casa. Le bambole, alcune delle quali sono un po’ come Siri di Apple, possono navigare in internet, spegnere e accedere gli elettrodomestici collegati al wifi.

L’azienda si sta concentrando per rendere il robot sempre più umani, con volti più belli e un corpo più caldo. Del resto, l’intelligenza artificiale e le tecnologie robotiche hanno raggiunto già buoni risultati. Ora, l’obiettivo è rendere la macchina sempre più simile all’uomo.

L'azienda produce 400 bambole personalizzate al mese, rispetto alle 10 del 2009. Ha iniziato la ricerca sui sexbot a metà del 2016 e ora impiega 120 persone. I clienti possono personalizzare la bambola scegliendo il colore della pelle, dei capelli, le dimensioni del seno, la quantità di peli pubici e il colore degli occhi. Tuttavia, le bambole più popolari hanno pelle pallida, seni gonfiati in modo sproporzionato e misurano tra 158 e 170 centimetri. Quando i robot sessuali diventeranno tecnologicamente più avanzati, gli uomini preferiranno usarli invece di rispettare le mogli umane? Si stima che la Cina faccia più dell' +80 per cento dei giocattoli sessuali del mondo, con oltre un milione di persone impiegate nell'industria del paese da 6,6 miliardi di dollari. Un robot potrà davvero sostituire il calore di un corpo umano?