silicon valley

Ho lasciato Google per fondare la mia startup e aiutare gli agenti di vendita (con il mobile mapping)

Badge Maps è un’app che ottimizza l’itinerario di vendita e aiuta gli agenti a chiudere più accordi e a minimizzare il difficile lavoro durante tutto il processo di vendita. Tutto questo grazie al mobile mapping

Steve Benson
Steve Benson (Badger Maps)

SAN FRANCISCO - Chiunque usi il mobile mapping su smartphone sa quanto questo strumento permetta di facilitarci la vita. Il sistema consente, infatti, di mappare rapidamente strade, infrastrutture ed edifici. E’ in grado di viaggiare su strada e ferrovia, catturando con estremo dettaglio ogni elemento presente lungo il corridoio oggetto del rilievo. E se uno strumento così potente è utile per chi visita spazi inesplorati, figuriamoci quanto può esserlo per chi fa degli spostamenti il proprio business. Come gli agenti di vendita. Ed è questo il core business alla base di Badger Maps, startup californiana, fondata da Steve Benson, ex Sales Manager di Google.

Da Google alla mia startup
Steve Benson ha lavorato per diversi anni nel team di Google Maps, avendo l’occasione quindi di scoprire quanto potesse essere potente il mobile mapping e di quante cose uno smartphone fosse capace di fare. Nonostante si trovasse in un ecosistema - quello americano - più accessibile e aperto a opportunità di business, non è stato semplice neanche per lui abbandonare un colosso come Google: «Ho fatto un grande salto lasciando il mondo delle grandi compagnie (con lo stipendio e la sicurezza che ne derivano) e fondando una nuova compagnia, ma ero molto sicuro di riuscire a mettere su il giusto team con cui risolvere un problema che avrebbe aiutato una valanga di persone a risparmiare tempo e a fare meglio nel loro lavoro - mi racconta Steve -. Noi vendiamo una soluzione, rappresentata da un app per gli agenti di vendita, che gli permette di fare meglio e di più, ed essere più organizzati».

Come funziona Badge Maps
Badge Maps è un’app che ottimizza l’itinerario di vendita e aiuta gli agenti a chiudere più accordi e a minimizzare il difficile lavoro durante tutto il processo di vendita. Badger fornisce una gestione del territorio automatica per i rappresentanti di vendita aiutandoli ad agire velocemente vedendo i dati dei clienti su una mappa, in modo che possano concentrarsi sulle migliori opportunità. I rappresentanti che usano Badger guidano una media del 20% in meno e aumentano la produttività di circa il 25%. «Badger si connette con Salesforce e qualsiasi altro CRM, o consente di importare fogli Excel con i dati dei clienti - continua Steve -. Essa organizza automaticamente i dati su una mappa, in modo che i rappresentanti di vendita possano vedere dove si trovano i clienti. Successivamente, creano, programmano e modificano gli itinerari e Badger li ottimizza automaticamente». Gli agenti di vendita o le compagnie che usano agenti di vendita possono provare Bagde Maps gratuitamente, e dopo il periodo di prova cominciano a pagare su base mensile o annuale.

Il rapporto personale con i clienti
Badge Maps soddisfa un’esigenza molto importante e sul mercato americano ha avuto un ottimo successo, soprattutto grazie all’impegno del team nel concentrarsi a rendere i propri clienti felici e soddisfatti, puntando molto sul rapporto personale. «Per i primi clienti creavo gli itinerari, organizzavo i territori per i team e facevo da coach per rendere il loro lavoro migliore - mi racconta ancora Steve -. Noi crediamo molto nel supporto telefonico, perchè un contatto vocale umano è spesso percepito meglio. Quando un cliente ha bisogno di noi, ci chiama e il nostro team lo aiuta, risponde alle sue domande e gli da tutto il supporto di cui ha bisogno».

Il mercato italiano
Badge Maps è disponibile in diverse lingue (anche italiano) perché come mi racconta Steve il mercato dei ‘badger’ è ampio in tutto il mondo, anche in Europa, dove qualche anno fa è stata aperta in Spagna anche un'altra sede. «Il nostro piano per l’Italia nello specifico, è di far spargere la voce tramite articoli come questo su cosa facciamo e su come le persone al momento utilizzano Badger in America - conclude Steve -. Successivamente, così come in America, vogliamo utilizzare la strategia del passaparola. Con un programma di «referrals» le persone sono automaticamente incentivate a parlarne con gli amici o colleghi di quanto un’app li sta aiutando nel loro lavoro. Inoltre, in Italia abbiamo già una buona base di clientela, con customer service in italiano».