20 agosto 2019
Aggiornato 12:00
Novità

Come spiare gli accessi di un contatto su WhatsApp

WhatsAgent permette di spiare quando un contatto è online semplicemente attraverso il numero di telefono. WhatsAgent è gratuito per un periodo limitato, ma per continuare a usare il servizio è necessario  pagare 9,9$ al mese o 5,95$ a settimana.

ROMA - La spunta blu e l’accesso su WhatsApp hanno creato una vera e propria condizione psicologica umana, tanto da ispirare diversi studi antropologici sulla nostra necessità di sapere come e quando un nostro messaggio è stato letto o meno dalla persona a cui l’abbiamo inviato. Questa condizione psicologica ha ispirato pubblicità, sketck comici e il successo di alcuni ‘youtubers’. Per chi vuole ancora un po’ di privacy, tuttavia, WhatsApp ha dato la possibilità di nascondere le spunte blu e gli accessi (reciprocamente): un vero tocca sana per chi ha le coronarie deboli. Non si potranno più vedere quelli degli altri (o forse sì?), ma la tranquillità è assicurata.

Ma possiamo ancora risalire all’accesso di una persona anche se questa ha smesso di condividere il proprio accesso? Di fatto, per la natura stessa di WhatsApp, è sempre possibile spiare un contatto tramite Android, tracciare tutte le volte che ha avviato il software e addirittura ricevere una notifica quando si collega. WhatsApp, infatti, segnala sempre quando il contatto a cui state scrivendo è online, anche se questi non condivide più con voi il suo accesso. In ogni caso, però, è possibile spiare gli accessi di un qualsiasi contatto Whatsapp conoscendo il numero.

Grazie alla funzione che non possiamo cancellare e che mostra a tutti i contatti quando qualcuno è online, alcune applicazioni permettono di tracciare quando un utente si collega a WhatsApp. Una di queste app si chiama WhatsAgent. E’ un’applicazione Android che funziona a distanza quindi senza aver bisogno - di fatto - del telefono della vittima: una volta che l’app è stata avviata permette di inserire un paio di numeri da tenere sotto controllo e invia una notifica quando la persona si collega. In questo modo potremo ricevere una notifica ogni volta che questo numero è online. L’applicazione, inoltre, ci fornisce un grafico orario che ci permette di capire tutte le volte che l’utente ha effettuato un accesso all’app di messagging.

()

WhatsAgent è gratuito per un periodo limitato, ma per continuare a usare il servizio è necessario  pagare 9,9$ al mese o 5,95$ a settimana. Inoltre, per gli utenti abbonati, è possibile utilizzare anche un’altra funzione , che rappresenta senza alcun dubbio la più creepy di tutte: cliccando sul tasto in basso Compare Activity, infatti, è possibile aggiungere un secondo numero da tenere sotto controllo e vedere dei grafici che comparano le attività di due utenti. Questo sistema, ovviamente, è stato pensato per comprendere quando due utenti stanno chattando e, con un po’ di fantasia, per capire se il contatto che vogliamo «spiare» ha una relazione con un’altra persona. Dall’altra parte però, non c’è alcun modo di evitare che qualcuno possa spiare la nostra attività su WhatsApp.