15 giugno 2021
Aggiornato 18:30
dall'italia a londra

Vintage Wheels: «Amiamo le Vespe d'epoca da sempre e vogliamo portarle in tutto il mondo»

Vintage Wheels sta lentamente rivoluzionando il mercato delle Vespe d’epoca italiano. L'obiettivo è portare all’estero la bellezza e il fascino antico della tradizione italiana attraverso gli strumenti digitali di oggi

LONDRA - Qualcuno ha pensato bene di chiamarla l’AirBnb delle Vespe d’Epoca e, di fatto, nel progetto di Vintage Wheels, qualcosa che ricorda l’avviata startup dei viaggi social a basso costo c’è. Già perché Vintage Wheels assomiglia tanto a un luogo d’incontro virtuale per gli amanti di moto d’epoca nel mondo, dove poter discutere e trovare pezzi unici da comprare o vendere.

La passione per le moto d’epoca
Fondata nel 2016 da Alessandro Matarazzo e Stefano Capinera, Vintage Wheels si propone come il punto di riferimento per gli appassionati che non si accontentano dei soliti e impersonali marketplace. Una passione, quelle per le moto d’epoca, che Alessandro - 38 anni romano - ha fin da quando era piccolo, nonostante abbia seguito una carriera più economica, lavorando anche a Londra nel settore della finanza: «Mi piace trovarle, vederne l’opportunità, metterci tempo e passione per restaurarle - afferma il co-founder di Vintage Wheels -. A volte riesco a staccarmene e le vendo, molte altre preferisco tenerle, le colleziono con cura nel viterbese dove ho una casa di campagna».

Il test in Germania
La passione di Alessandro è cominciata giovanissimo grazie ad un cugino napoletano che un giorno senza lasciargli alternativa l’ha caricato su un furgone iniziando a girare fra i campi, di fattoria in fattoria, alla ricerca di gemme nascoste. «Da quel giorno – dichiara Alessandro - non ne ho potuto più fare a meno». Avviata Vintage Wheels i due fondatori hanno lanciato l’occhio subito al mercato estero, trovando in iStarter, l’acceleratore di startup italiane a Londra, un grande sostegno: «Sono equity partner di iStarter - ci racconta Stefano Carpinera -. Crediamo molto nel mercato internazionale e volevamo incorporarci nel Regno Unito e iStarter ci sembrava il luogo più adatto da dove partire. La Brexit ha cambiato un po’ di cose e su alcune ci stiamo pensando. Ecco perché abbiamo deciso di fare il nuovo test di mercato in Germania».

Senza rischi: la startup si fa garante
L’obiettivo della startup che sta lentamente rivoluzionando il mercato delle Vespe d’epoca italiano è effettuare, infatti, nelle prossime settimane, il primo testing in Germania. Obiettivo dell’internazionalizzazione è portare all’estero la bellezza e il fascino antico della tradizione italiana attraverso l’energia esplosiva dei nuovi mezzi di comunicazione e di nuovi imprenditori digital. Uno degli aspetti che caratterizzano Vintage Wheels è che la startup si fa «garante» della transazione: riceve il pagamento nel momento dell’ordine e lo gira al venditore solo dopo che il compratore ha ricevuto il mezzo e controllato la conformità. Una differenza sostanziale se pensiamo che il mercato delle moto d’epoca è ancora oggi perlopiù «locale» e questo a causa delle possibili frodi e del forte rischio che si corre nell’inviare il proprio mezzo senza aver prima ricevuto il pagamento o, viceversa, di pagare prima di ricevere il mezzo.