5 giugno 2020
Aggiornato 07:30
internet of things

Jarvis, la piattaforma che connette te ai dispostivi della casa

Jarvis è una piattaforma che collega hardware e software ed è capace di far comunicare l'utente con i dispositivi della propria abitazione o ufficio

BOLOGNA - Una platform as a service che unisce hardware e software capace di far comunicare tutti i dispositivi che circondano l’utente nella propria casa o nel proprio ufficio, collegandoli tra loro, in una vera e propria ottica «Internet of Things». Si chiama Jarvis ed il prodotto di una startup - ormai diventata società - IOOOTA S.r.l., composta da un team tutto italiano, Luca Degli Esposti, Roberto Pierpaoli, Riccardo Malatesta, Andrea Previati, Maurizio Pinotti, Alan Alberghini e Mirko Falavigna .

Connessione tra i dispositivi
Una storia quella di Luca Degli Esposti, fondatore e ad di IOOOTA, che parte dalla passione, dall'ambizione e dalla determinazione, caratteristiche che l'hanno portato in giro per il mondo, specie in America, per presentare il suo prodotto di fronte a chi di hardware se ne intendeva davvero. Ed è stata la detrerminazione dell'intera squadra a portare la società a raccogliere un round di investimento pari a 450mila euro. Jarvis permette quindi all’utente di gestire i dispositivi presenti all’interno dell’abitazione o dell’ufficio in modo diretto ovunque si trovi. Così, si può accendere il riscaldamento quando si è ancora in stazione, appena scesi dal treno dopo una lunga giornata di lavoro e ritrovarsi pertanto in una casa già calda al momento dell’arrivo.

Il risparmio energetico
Ma Jarvis può fare anche cose molto più semplici, come regolare l’illuminazione, l’accensione o spegnimento dei dispositivi elettronici, persino in maniera automatica. E il tutto con un occhio di riguardo al risparmio energetico, alla sicurezza e alle abitudini delle persone. Se Jarvis rileva, infatti, dal termostato una temperatura o umidità elevata o riscontra che, in base alle abitudini dei componenti della casa, non sia necessario che vengano riscaldate una o più particolari zone (magari perché abbiamo deciso all’ultimo minuto di rimanere fuori fino a tardi dopo il lavoro), avverte con una notifica sul cellulare in tempo reale l’utente che può quindi decidere, ovunque esso sia, di abbassare la temperatura in maniera puntuale o più semplicemente, di delegare questa noiosa attività a Jarvis che in autonomia, con una serie di scenari «auto-magici», può adattare i diversi ambienti e far risparmiare all’anno fino al 30%.

Utile per le persone anziane
Jarvis, inoltre, potrà avvisare l’utente quando manca qualcosa all’interno del frigorifero, se la lavatrice funziona in malo modo o se i dispositivi collegati hanno delle anomalie, mettendo in contatto l’utente con il professionista giusto, già disponibile per quella specifica esigenza. E questo sarà fatto in collaborazione con altre aziende produttrici di elettrodomestici per casa o ufficio.  «Jarvis, in ambito domestico, può essere utile anche nel caso di persone anziane che vivono sole, lontane dai familiari, o per quelle abitazioni in cui sono presenti bimbi piccoli — sottolinea Luca Degli Esposti, fondatore e amministratore delegato di IOOOTA S.r.l. — Alla persona cara può essere fatto indossare un semplice braccialetto. Se dovesse sbattere a terra per un’ eventuale caduta di chi lo indossa, urtare un elemento o avvicinarsi ad un punto considerato come pericoloso, l’allarme potrebbe essere inviato in tempo reale ai parenti. Al momento stiamo industrializzando la soluzione e saremo presto sul mercato».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal