marketing

Come trovare clienti per il tuo business, la landing page

Se la landing page è ben costruita sarà più facile attirare clienti ad acquistare i nostri prodotti o servizi. Attenzione: la landing page non è la home page del sito

Come trovare clienti per il tuo business, la landing page
Come trovare clienti per il tuo business, la landing page (Shutterstock.com)

ROMA - Trovare ciò che fa a caso nostro sul web è sempre un’impresa. Stiamo cercando un prodotto o un servizio, digitiamo parole chiave sul campo di ricerca di Google, scandagliamo i primi risultati. A volte non ci fidiamo e passiamo oltre, a volte capitiamo esattamente su quella pagina che offre il prodotto o servizio che stavamo cercando. La landing page. E’ la pagina progettata per ottenere acquisiti o richieste di contatto da parte di chi naviga sul web e via approda.

Come funziona una landing page
Ora mettete il caso che non stiate cercando proprio nulla, ma dovete farvi trovare. Il segreto è costruire un’ottima landing page. Sì, ma come? In prima linea l’utente deve percepire di aver trovato la soluzione al suo problema, non avere nulla da perdere e di potersi fidare dell’azienda che propone il servizio. Non è la home page del sito che deve, invece, presentare l’azienda. La landing page è piuttosto un percorso indotto, facilitato, che risponde direttamente alle domande del cliente. Se non soddisferete i parametri di sicurezza, chiarezza e fiducia è molto probabile che l’utente torni indietro su Google e vada alla ricerca di un vostro competitor.

Suscita sensazioni di benessere
La lettura deve portare all’acquisto. Del prodotto o del servizio. Da lì non c’è scampo. Di solito una landing page utilizza tecniche pubblicitarie tradizionali. Parola d’ordine: evitare giri di parole inverosimili. Meglio focalizzarsi su ciò che serve davvero quindi parlare di un prezzo o un’offerta speciale o un piano di pagamento facilitato, offrire una prova gratis, far parlare il produttore, porre una domanda al lettore, offrire vantaggi reali. Alla scrittura si unisce il web design. Indicazioni di psicologia cognitiva, permettono di predisporre all’acquisto, gradualmente, in un percorso definito.

Scegli un pubblico specifico
Niente pubblico di massa, verticalizza il target che intendi colpire, selezionato grazie a una precedente campagna, con inserzioni specifiche su Google, sui social e su altri siti. Quando gli utenti sbarcano sulla landing page devono capire che sono esattamente nel posto in cui volevano essere. Il prodotto non deve essere per tutti, ma esattamente per l’utente che lo stava cercando. Usa le foto. Punta sul fatto che le stesse dovranno generare sul cliente un senso di benessere, lo stesso che si troverà a provare una volta soddisfatto il suo bisogno, cioè dopo l’acquisto del tuo prodotto o servizio.

Occhio alla visibilità
Non essere ossessionato dalla visibilità. Se la tua landing page funziona bene, sarà lo stesso Google a premiarti. Inoltre, in questo caso, il traffico può essere ottenuto anche da Google AdWords e Facebook Ads. Mentre la tua pagina si posiziona, l’azienda sta già ricevendo richieste di contatto e vendite. La parola d’ordine, comunque, è semplicità e chiarezza. Mettiti sempre nei panni del tuo cliente.