22 febbraio 2020
Aggiornato 21:00
modelli di business

Gli startupper della Cina dormono in ufficio

Le aziende tecnologiche crescono velocemente e gli startupper sono costretti a turni di lavoro quasi inumani. Ecco perchè dormono in ufficio, per risparmiare tempo ed energie

PECHINO - Gli uffici del futuro? Avranno la cucina, il necessario per farsi il bidè e un letto comodo, anziché un divano o una brandina in cui appisolarsi alla bene e meglio. E’ la nuova era del lavoratore che non molla mai, del coliving anziché del coworking dove l’ufficio si trasforma in un piccolo nido in cui fare praticamente tutto, dal lavorare, al mangiare, al dormire. L’emblema di una società o schiava del lavoro, o che ul lavoro ha puntato tutto, per avere più denaro o, semplicemente, per creare qualcosa di nuovo e «conquistare il mondo». Al momento è una pratica che va per la maggiore soprattutto in Cina, ma potremmo non stupirci se l’abitudine arrivasse ben presto anche nella nostra Penisola.

L’ufficio diventa casa
In Cina, infatti, è ormai comune vedere brande in ufficio per per chi vuole fermarsi a dormire dopo aver terminato il lavoro di prima mattina, vista la necessità di competere a livelli altissimi nel settore della tecnologia. In questo campo, infatti, succede spesso che le aziende crescano a livello esponenziale senza, momentaneamente, poter assumere del personale, costringendo, così, i lavoratori già presenti a fare orari di lavoro poco umani pur di rispettare le scadenze. Ed è così che, mentre le luci del giorno lasciano posto a quelle della notte e si accendano i lampioni a LED per strada, lo startupper cinese ordina la cena al food delivery più economico e, dopo aver aggiornato gli ultimi dati, sistema la brandina e si evita il traffico cittadino, dormendo direttamente in ufficio

()

Brandine come modello di business
Una storia che vale la pena di raccontare è quella di Dai Xiang, 42enne di Pechino che ha iniziato la sua carriera come ingegnere facendo turni da 72 ore e dormendo di quando in quando sul pavimento dell’ufficio. Un periodo della vita che l’ha segnato particolarmente, ma che gli ha permesso anche di fondare una ditta tutta sua di cloud computing, BaishanCloud. Invece di risparmiare i suoi dipendenti, ha capito quanto il lavoro incessante potesse far ottener risultati in modo più rapido e profittevole, così una delle sue prime decisioni è stata proprio quella di installare 12 letti a castello in un angolo separato dell’ufficio. Ed ecco che la brandina in ufficio diventa un vero e proprio modello di business, votato al risparmio, se non altro di tempo e di energie.

Vita da ufficio
In generale, i programmatori delle startup cinesi fanno gli straordinari ogni giorno, e per riuscire a tenere i ritmi necessari sono spesso autorizzati a dormire intorno all'ora di pranzo e dopo le 21, sia a faccia in giù sulla propria scrivania o su poltrone, divani o, come già detto, letti appositi. C’è chi per esempio ha convertito il proprio ufficio in una camera da letto finendo per vivere sul posto di lavoro per tutti i giorni feriali, evitando in questo modo il tempo perso negli spostamenti come pendolari. «Dobbiamo svegliarci alle 8:30 perché tutti i nostri collaboratori vengono a lavorare alle 9:30, e noi che dormiamo qui ci laviamo nello stesso bagno che usano tutti», dice Liu Zhanyu, dell’azienda di risorse umane DouMiYouPin.

()