14 novembre 2019
Aggiornato 09:00
legge stabilità

Startup, Calenda: «Priorità su innovazione e investimenti»

Nella prossima legge di bilancio la priorità del governo Renzi sarà quella di "intervenire sull'innovazione e sulla possibilità di rilanciare gli investimenti pubblici e privati"

MODENA - Occhi puntati su innovazione e investimenti, vera leva di traino per rendere l’Italia davvero competitiva nei confronti del resto dell’Europa e del mondo. Una vera e propria priorità per il governo Renzi, da inserire all’interno della prossima legge di bilancio: «Intervenire sull'innovazione e sulla possibilità di rilanciare gli investimenti pubblici e privati». Queste le parole del ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, rispondendo alla richiesta del presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, di dotare la legge di stabilità di un pacchetto di misure da 3 miliardi di euro mirato a sostegno della produttività delle imprese, senza interventi a pioggia.

Puntare su innovazione e investimenti
«Ritengo importantissimo intervenire sull'innovazione, sulla possibilità di rilanciare gli investimenti pubblici e privati - ha spiegato Calenda a margine dell'inaugurazione del nuovo stabilimento della Aston Storage di Spilamberto, nel modenese -. E' una priorità ben recepita dal governo nel suo insieme. I pesi dipenderanno da tante cose non ultimo lo spazio che avremo".

Impedire l’espatrio degli imprenditori
Una corsa contro il tempo, per mantenere il pugno sulla situazione e impedire - ancora una volta - che i nostri geni possano fuggire all’estero dove, peraltro, si stanno realizzando misure normative più flessibili per l’espatrio di imprenditori internazionali. E’ del 24 agosto, infatti, la pubblicazione di un nuovo regolamento USA che facilita l’ingresso di startup e aziende all’interno del tessuto economico e imprenditoriale americano al soddisfacimento di alcuni parametri e requisiti. Puntare sulle aziende e fare leva sugli investimenti resta una delle sfide più importanti del nostro Paese dove, purtroppo, i fondi di venture capital che vengono destinati a startup e società innovative sono ancora molto esigui. «Il governo nel prossimo autunno - ha aggiunto - deve continuare a fare una scelta precisa di lavorare e mettere tutti i soldi disponibili sulla competitività dell'imprese. Senza imprese non si crea sviluppo, non si crea occupazione e benessere. Noi abbiamo il tessuto per farlo, e questo molto importante, abbiamo la leva su cui costruire, ma lo dobbiamo fare molto rapidamente perché la competizione internazionale in termini di innovazione e internazionalizzazione è molto agguerrita e molto forte».