4 giugno 2020
Aggiornato 17:00
smau milano

Turismo 2.0, tra servizi innovativi e nuovi business

Il turismo, in Italia, è un settore che, a dispetto di altri, sta subendo una cresicta importante. Complici il Made in Italy e l'innovazione tecnologica che regala sempre più opportunità al Belpaese

MILANO - Previsioni positive per il turismo in Italia in questa estate 2016, contrassegnata da un + 3% delle presenze straniere e sempre un + 3% dei pernottamenti negli esercizi ricettivi. Più di 35 milioni di vacanzieri sceglieranno le nostre località marittime con in testa la Puglia, la Sicilia, la Toscana e la Riviera Romagnola, ma anche le città d’arte Roma, Firenze, Venezia e Napoli. Di questi più di 25 milioni si sposteranno in treno, questi i dati di Federturismo (luglio, 2016). Un turista in evoluzione, sempre più esigente e che usufruisce di «momenti sempre più digitali» aumentando le interazioni con il territorio, attraverso l’uso di app, «consigliato» da sistemi di marketing di prossimità, utilizzatore di servizi digitali come wifi, bigliettazione elettronica, pagamenti digitali e di strumenti per recensire locali e servizi.

La tecnologia in funzione del turismo
Si parla di modello di sviluppo sostenibile e diffuso, di infrastrutture, di servizi e prodotti che il nostro Paese è in grado di creare per un’offerta sempre più in linea con i modelli europei e le esigenze dei cittadini e dei turisti. Attenzione all’ambiente attraverso servizi innovativi come quelli gestiti da app per il social travel, realtà aumentata per un coinvolgimento sempre maggiore dei visitatori, mezzi di trasporto sempre più ecofriendly e servizi sempre più efficaci, interconnessioni e sistemi territoriali, sono i valori che oggi permettono una maggiore competitività del settore.

Le startup turistiche
Ed anche su queste tematiche che Smau, l’evento sull’innovazione per le imprese, ha puntato per il roadshow 2016 e sulle quali lancerà degli approfondimenti nell’appuntamento di Milano del 25-26-27 ottobre. Molti i temi al centro del dibattito: dalle soluzioni ecosostenibili ai creative cluster culturali, dalla progettazione di nuovi mezzi sostenibili ad app. Con il Camping Marina di Venezia, tra i vincitori del Premio Innovazione Smau si è approfondito l’aspetto dei servizi di connessione a valore aggiunto, oggi elemento di valore nei processi decisionali del cliente. «Parliamo di 12.000 ospiti giornalieri nella stagione estiva – racconta Filippo Miola – quindi di una infrastruttura che da 20 access point è passata a 200 per garantire, grazie alla collaborazione con il Partner Redder, con investimenti importanti e kilometri di fibra ottica e ponti radio, una user experience superiore a quella della rete di casa». E sempre di valore aggiunto per il settore alberghiero offerto da una buona connessione wifi si è parlato con Tulip Inn, che, con il partner Eti System, ha introdotto un software intelligente in grado di gestire la banda disponibile secondo criteri flessibili e un nuovo centralino telefonico che ha aggiunto nuove funzionalità per il contatto con i propri clienti. Con Urbego, associazione noprofit che mette in rete professionisti europei che operano nella pianificazione urbanistica, eccellenza vincitrice del Premio Innovazione Smau, si è approfondito l’aspetto della mobilità sostenibile pedonale, focalizzando l’attenzione su Venezia, esempio di grande affluenza turistica e unico esempio di città pedonale. In questo caso l’uso di sensori e di raccolta e analisi dei dati permette di pianificare percorsi alternativi in maniera consapevole e puntuale. Valorizzazione della cultura attraverso l’uso di QRCode in grado di «raccontare» la storia del territorio con Bassa Resistente, che si prefigge l’obiettivo, oltre che di coinvolgere turisti, di trasferire ai giovani del territorio muniti di smartphone e tablet, le memorie storiche del luogo.

Le app del buon viaggiatore
Novità, creatività ed esperienzialità le chiavi della competitività del nostro Paese supportate anche dai protagonisti di questo nuovo ecosistema in grado di rinnovare e presentare progetti e prodotti personalizzabili o pronti per essere acquisiti dalle imprese e amministrazioni locali. Si va dal social travelling con Yamgu, startup di I3P Incubatore di Imprese Innovative del Politecnico di Torino, che con la sua applicazione web e mobile massimizza l’esperienza di viaggio in modo dinamico e personalizzato con luoghi, eventi, esperienze, itinerari ottimizzati, servizi correlati al soggiorno il tutto aggiornato sempre in tempo reale. AppTripper, Startup di TIM #Wcap, che con la sua App Tripper Travel Guide regala una vera e propria emotional experience al visitatore proponendogli l’itinerario in base al suo umore. Amore, rabbia, meraviglia, gioia, paura, malinconia, sorpresa sono gli otto mood pensati da Apptripper per orientare l’utente alla scoperta delle bellezze artistiche, culturali e storiche delle città mappate. Bookingbility, startup di TIM #Wcap, una piattaforma di prenotazione on line di strutture ricettive adatte a persone con qualunque tipo di disabilità. E sempre di esperienze social si parla con Gogobus il primo servizio italiano di Bus Sharing idea di una Startup piemontese che permette ai turisti di viaggiare a basso costo e in modalità social. Wallin Startup di Toscana Technologica che permette di creare e visualizzare contenuti interattivi dall’alto tasso di engagement su qualsiasi display, una soluzione di ultima generazione del digital signage.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal