16 dicembre 2019
Aggiornato 02:30
in inghilterra

La patente del futuro sarà digitale e sullo smartphone

La patente digitale risolverebbe molti problemi: taglio dei costi, della burocrazia post furto. Al momento è un progetto in sviluppo, ma gli Stati Uniti hanno già avviato il processo di digitalizzazione del documento di guida

LONDRA - Tessera plastificata addio, la patente di guida del futuro la potremmo mostrare direttamente dallo smartphone. Del resto, nell’era dell’internet delle Cose, dove persino le macchinette del caffè sono collegate allo smartphone, ci si chiede come qualcuno non ci abbia ancora pensato. E, infatti, a pensarci davvero è stato Oliver Morley, chief executive della Driver & Vehicle Licensing Agency, la motorizzazione inglese, che ha pubblicato su Twitter l'immagine di un prototipo di patente di guida digitale visualizzata tramite app per iPhone.

La patente digitale sullo smartphone
Sfruttando l’applicazione nativa Wallet presente su iPhone, i cittadini britannici potranno salvare la loro «Driving Licence» sul proprio dispositivo iOS. Al momento si tratta di un progetto in fase di sviluppo e ancora non è dato sapere se e quando inizierà la fase di test. Del resto, però, l’Inghilterra non è la prima la nazione ad aver avviato questo questo processo di digitalizzazione della patente di guida. Negli Stati Uniti, il il Dipartimento dei Trasporti dello stato dell'Iowa ha lanciato già lo scorso anno la sperimentazione di "mobile Driving Licence». Questa app sostituisce la patente tradizionale rendendo, inoltre, più semplici le operazioni di aggiornamento dei dati personali come cambio di residenza o fotografia.

I vantaggi
La digitalizzazione della patente di guida porterebbe con sé numerosi vantaggi: in prima battuta non potrebbe né perdersi né logorarsi. Risolto anche il problema della burocrazia post furti, quando insieme ai contanti contenuti nel portafoglio vengono rubati anche i documenti: inconvenienti che si possono certamente evitare adottando la patente virtuale o digitale. Rimane da capire come evitare contraffazioni e furti di dati, sempre più facili nel campo del digitale. E cosa succederebbe in caso di furto o smarrimento dello smartphone, di batteria scarica durante un controllo o di assenza di segnale. Problematiche che potrebbero essere comunque risolte con il cloud sempre accessibile da qualunque dispositivo, la possibilità di accedere a dei contenuti online. Insomma, pare che con i dovuti tempi potremmo dire addio alla nostra cara patente plastificata, restando sempre più fedeli al nostro smartphone.