7 giugno 2020
Aggiornato 02:00
da wikimafia

MafiaMaps, l'app per mappare la criminalità organizzata

L'applicazione MafiaMaps partorirà il più grande database sulla criminalità organizzata, consentendo a ogni cittadino di conoscere e far conoscere la storia delle mafie e di chi le ha sfidate

MILANO - L’obiettivo è quello di creare una vera e propria enciclopedia geografica sul fenomeno mafioso che inglobi e geolocalizzi tutti gli eventi storici del caso che si sono susseguiti nel tempo, i beni confiscati e le notizie di cronaca che, purtroppo, hanno fatto parte della nostra storia.

Cos’è MafiaMaps
Si chiama MafiaMaps ed è un’applicazione realizzata da un team di studenti dell’ateneo milanese, già conosciuti per aver creato 3 anni fa Wikimafia, una sorta di enciclopedia libera in stile Wikipedia interamente dedicata al mondo delle mafie. Ora i fondatori Pierpaolo Farina e Francesco Moiraghi con il loro team hanno deciso di fare il salto. L’app MafiaMaps sarà lanciata lunedì 11 aprile alle ore 18.30 a Milano presso l’auditorio G. Tesori. Il motto della startup MafiaMaps Srl è chiaro e non lascia spazio ai dubbi: «Pensiamo di essere al sicuro non occupandoci di loro, ma loro si occupano di noi tutti i giorni. E’ ora di ricambiare l’attenzione». Di fatto l’app partorirà il più grande database sulla criminalità organizzata, consentendo a ogni cittadino di conoscere e far conoscere la storia delle mafie e di chi le ha sfidate. Basterà avere uno smartphone o un tablet per sapere con precisione chi sono i mafiosi, dove sono e cosa fanno. Un modo per stare sempre sull'attenti e seguire un fenomeno che pare nascosto, ma che in realtà è ben vivo.

La mappatura dei fenomeni mafiosi
La prima versione dell’applicazione conterrà solo la mappatura delle organizzazioni mafiose in Lombardia, risultato che gli sviluppatori sono riusciti ad ottenere grazie ai 17mila euro ottenuti con la campagna di crowdfunding. Le nuovi funzioni saranno disponibili a maggio: vittime di mafia, comuni sciolti per mafia, mappa dei beni confiscati, eventi dedicati al tema e molto altro. L’obiettivo finale per il team è quello di mappare sempre più regioni d’Italia, dal Piemonte all’Emilia Romagna, dalla Liguria alla Sicilia. Un lavoro minuzioso realizzato grazie al contributo dei volontari che cospargono l’enciclopedia di WikiMafia di aneddoti sempre nuovi, facendo attenzione a citare sempre le fonti e a seguire le linee etiche di WikiMafia. Insomma, laddove la materia può risultare pesante e soprattutto difficile da capire, l’app MafiaMaps corre in aiuto rendendo il fenomeno mafioso, la sua storia e la sua attualità a portata di tutti e soprattutto anche dei giovani.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal