13 ottobre 2019
Aggiornato 22:00
Sistemi operativi

Windows 10, Microsoft vuole le app di Apple e di Android

Rappresenta un tentativo per aumentare i suoi utenti attirandoli grazie alle applicazioni che si trovano sugli altri due ambienti. Non è chiaro ancora come gli investitori prenderanno questa notizia.

NEW YORK - Microsoft cerca di attirare verso di sé gli sviluppatori di applicazioni per Apple e Android. E lo fa nel corso della sua conferenza per i developer in corso a San Francisco: con Windows Phone infatti sarà possibile modificare le app per le altre due piattaforme in modo semplice per renderle compatibili con Windows Phone, con i pc e i tablet con sistema operativo Windows e con Xbox.

La decisione cambia profondamente la strategia di Microsoft che per anni ha cercato di mantenere le distanze da Android e da iOS. Rappresenta inoltre un tentativo per aumentare i suoi utenti attirandoli grazie alle applicazioni che si trovano sugli altri due ambienti. Non è chiaro ancora come gli investitori prenderanno questa notizia.

Il passaggio delle app in ambiente Microsoft sarà possibile su Windows 10, il sistema operativo che integra mobile e desktop presentato oggi dal gruppo. Questo mentre il gruppo ha annunciato che si aspetta la vendita di 1 miliardo di device con Windows 10 entro l'estate del 2018. Sarebbe un grande passo in avanti per il gruppo, visto che 1,5 miliardi di persone che usano versioni di Windows vecchie di 10 anni. Windows 7 (che ha 5 anni) è usato sulla metà dei pc che usano il sistema operativo di Microsoft. E ancora Xp (che ha 13 anni) si trova sul 17% dei computer degli utenti di Windows.

Utile III trimestre 4,98 mld dollari, sopra stime
Microsoft ha chiuso i primi tre mesi del 2015, per la società si tratta del terzo trimestre dell'anno fiscale 2014/2015, con utili pari a 4,985 miliardi di dollari, in calo del 12% su base annuale.

L'utile per azione è pari a 0,61 dollari superiore alle stime degli analisti poste a 0,51 dollari. Nell'after hours di Wall Street, il titolo si è mosso in rialzo del 3%.

Sul piano dei ricavi il colosso fondato da Bill Gates ha messo a segno 21,73 miliardi di dollari contro un consensus fissato a 21,06 miliardi di dollari. Rispetto allo stesso periodo del 2014 il giro di affari di Microsoft è cresciuto del 6,5%. "Abbiamo fatto un po' meglio in molte aree", ha detto commentando i risultati il direttore finanziario Amy Hood.

Forte crescita nel settore cloud con vendite salite del 106% su base annua. Bene anche i tablet Surface che hanno visto aumentare le vendite del 44%.