15 novembre 2019
Aggiornato 20:30
Internet | E-commerce

Yoox, la fusione con Net A Porter piace a Piazza Affari

L'operazione è stata disegnata con estrema rapidità. La Yoox creata da Federico Marchetti ha riallacciato i colloqui con il colosso svizzero di Richemont subito dopo le indiscrezioni di un interesse di Amazon per Net A Porter con una possibile offerta da 1,5 miliardi di dollari.

MILANO (askanews) - Piazza Affari promuove a pieni voti la fusione tra la bolognese Yoox e Net A Porter che darà vita ad un leader mondiale del lusso sull'e-commerce da oltre 1,3 miliardi di euro di giro d'affari.
L'operazione è stata disegnata con estrema rapidità. La Yoox creata da Federico Marchetti ha riallacciato i colloqui con il colosso svizzero di Richemont subito dopo le indiscrezioni di un interesse di Amazon per Net A Porter con una possibile offerta da 1,5 miliardi di dollari.

Il matrimonio tra Yoox e Net A Porter mette insieme due realtà molto complementari dal punto di vista dei marchi, prodotti e copertura geografica. La nuova società post fusione si chiamerà Yoox Net A Porter Group ed avrà sede in Italia, continuerà ad essere quotata a Milano e Marhetti sarà l'amministratore delegato per i prossimi tre anni. Anche se gli Svizzeri di Richemont avranno il 50% del nuovo gruppo la leadership operativa resta di Marchetti. Richemont ha accettato di sterilizzare i diritti di voto al 25% e non potrà nominare più di due membri del Cda che sarà a 12 e con almeno la metà dei componenti come indipendenti.

Il nuovo polo intende poi promuovere un aumento di capitale fino a un massimo di 200 milioni di euro per finanziare nuove opportunità di crescita e l'integrazione, anche per favorire l'ingresso di potenziali investitori strategici e mantenere la massima flessibilità finanziaria.

La fusione da un lato stoppa le mire di Amazon nel segmento del lusso delle vendite online ma getta le basi per nuove operazioni di aggregazione. Il settore del fashion mostra tra i maggiori tassi di crescita nel mercato europeo dell'e-commerce che l'anno scorso ha superato i 62 miliardi di euro di giro d'affari. Anche se in termini di vendite gruppi come Zalando e Asos, oltre ad Amazon, presentano numeri superiori a quelli di Yoox e Net A Porter, il nuovo gruppo che sarà guidato da Marchetti può vantare una spiccata specializzazione per area di business e una ampia copertura dei mercati in termini georafici.