26 febbraio 2024
Aggiornato 12:00
Missioni spaziali

La NASA indagherà sull'incidente a Parmitano

Passeggiata spaziale interrotta per acqua nel casco astronauta. L'inchiesta servirà a chirarire quando le escursioni, necessarie per la risoluzione di alcuni problemi tecnici, potranno riprendere

NEW YORK - La Nasa ha ordinato una seconda inchiesta sull'incidente che la settimana scorsa ha visto protagonista l'italiano Luca Parmitano durante una passeggiata spaziale. Nel casco dell'astronauta si erano verificate delle perdite di acqua motivo per cui la vita di Parmitano era in pericolo per il rischio di soffocamento e annegamento. L'astronauta dell'Agenzia Spaziale Europea e il collega Chris Cassidy erano stati così costretti a rientrare nella Stazione Spaziale.

ACQUA NEL CASCO - Una prima, approfondita, inchiesta era stata annunciata il 18 luglio, due giorni dopo l'incidente e Karina Eversley, responsabile per le passeggiate spaziali al Nasa Mission Control, ha dichiarato che l'incidente è il primo del genere e che a causa della presenza di oltre un litro di acqua nel casco di Parmitano, l'escursione che doveva durare 6-7 ore, è stata interrotta dopo 92 minuti. Le inchieste serviranno a chiarire quando le escursioni, necessarie per la risoluzione di alcuni problemi tecnici, potranno riprendere.