18 settembre 2020
Aggiornato 23:00
Missioni spaziali

Voyager 1 al confine del sistema solare

Quest'ultima zona in cui si trova Voyager è stata ribattezzata dagli scienziati «autostrada magnetica», uno spazio dove le particelle ad alta energia provenienti dallo spazio interstellare entrano nel sistema solare e quelle a bassa energia provenienti da quest'ultimo fuggono via

WASHINGTON - La sonda americana Voyager 1 si trova nella zona di confine del sistema solare e sta per varcare una soglia che nessuna macchina di fabbricazione umana aveva mai oltrepassato prima. La strumentazione a bordo della sonda, lanciata nel 1977, indica che Voyager si trova a 18,5 miliardi di chilometri dal sole. Quest'ultima zona in cui si trova Voyager è stata ribattezzata dagli scienziati «autostrada magnetica», uno spazio dove le particelle ad alta energia provenienti dallo spazio interstellare entrano nel sistema solare e quelle a bassa energia provenienti da quest'ultimo fuggono via.

«Crediamo che si tratti dell'ultima tappa del periplo di Voyager 1 prima di entrare nello spazio interstellare», ha detto Edward Stone, responsabile del progetto presso l'Istituto di tecnologia della Califorania (Caltec) a Pasadena. «Secondo i nostri calcoli, Voyager 1 potrebbe uscire dal sistema solare entro due mesi, al massimo entro due anni».

Le due sonde Voyagers, lanciate nel 1977 a un mese di intervallo l'una dall'altra, sono entrambe ancora in funzione: Voyager 2 si trova attualmente a 15 miliardi di chilometri dal sole. Il programma di esplorazione di Voyager aveva per obiettivo lo studio dei pianeti esterni del sistema solare. Voyager 1 e 2 hanno sorvolato Giove, Saturno, Urano, Nettuno oltre che 48 dei loro satelliti.