12 luglio 2020
Aggiornato 02:30
Scienza | Astronomia

Il telescopio spaziale «Kepler» scopre 11 sistemi solari

Per un totale di 26 esopianeti, il che porta a sessanta il numero di «esopianeti» rilevati fino ad oggi dalla sonda: lo ha reso noto l'Agenzia spaziale statunitense, la NASA

WASHINGTON - Il telescopio spaziale della Nasa «Kepler» ha scoperto undici nuovi sistemi solari con un totale di 26 pianeti, il che porta a sessanta il numero di «esopianeti» rilevati fino ad oggi dalla sonda: lo ha reso noto l'Agenzia spaziale statunitense, la NASA.
Nessuno dei nuovi sistemi somiglia a quello terrestre ad eccezione di «Kepler-33» che ha un diametro tuttavia maggiore e conta cinque pianeti. Quanto a questi ultimi, le masse variano da 1,5 volte quella terrestre a giganti - presumibilmente gassosi - del tipo di Giove, ma saranno necessarie ulteriori analisi per determinare esattamente la loro composizione.

«Kepler», lanciato nel marzo del 2009, ha il compito di cercare pianeti simili alla Terra fuori dal sistema solare che orbitano attorno a stelle più o meno lontane nella nostra galassia, la Via Lattea. La sonda è equipaggiata con un potente telescopio da 1,03 tonnellate, uno specchio principale di 1,4 metri di diametro e un'apertura di 95 cm, capace di inquadrare un campo pari a 105 gradi quadrati di cielo. Lo strumento può rilevare anche le sorgenti di luce più deboli e l'offuscamento periodico di una stella causato dal passaggio di un pianeta.