18 novembre 2018
Aggiornato 18:00

Trump passa alle «minacce»: nel mirino Google, Facebook e Twitter

Il presidente USA contro i colossi del web, colpevoli - a suo dire - di favorire fake news contro di lui

WASHINGTON - Il presidente americano, Donald Trump, ha lanciato un avvertimento contro i principali gruppi tecnologici, accusandoli di fatto di dare meno evidenza ai contenuti conservatori. Il leader Usa ha dichiarato: Google, Facebook, Twitter si trovano in «acque problematiche» e farebbero meglio a «stare attenti». Una vera e propria minaccia dopo l'attacco delle scorse ore a colpi di tweet.

Trump contro Google, Facebook e Twitter
«Credo che Google e gli altri, se guardate a quello che sta accadendo su Twitter o su Facebook, farebbero meglio a stare attenti perché non possono fare ciò che fanno alla gente. Non è possibile. Abbiamo letteralmente migliaia e migliaia di denunce che ci arrivano, quindi non è possibile. Penso davvero che Google, Twitter e Facebook siano in acque pericolose, devono stare molto attenti, quello che fanno non è giusto per la maggior parte della gente». La settimana prossima i rappresentati dei tre gruppi tech saranno a Capitol Hill per discutere non solo dei loro sforzi per prevenire gli abusi e la circolazione di fake news sulle loro piattaforme ma anche per rispondere alle critiche di Trump.