6 dicembre 2019
Aggiornato 06:00

Elezioni Germania: Afd si spacca, Petry non entra nel gruppo al Bundestag

La leader 'moderata' Frauke Petry ha annunciato che non entrerà a far parte del gruppo parlamentare di Alternative fuer Deutschland al Bundestag

ROMA - Colpo di scena nell'AfD all'indomani del successo elettorale, che ha visto il partito populista di destra tedesco ottenere oltre il 13% dei consensi. La leader "moderata" Frauke Petry ha annunciato in conferenza stampa che non entrerà a far parte del gruppo parlamentare di Alternative fuer Deutschland al Bundestag, la camera bassa del Parlamento tedesco. "Dal 2013 la Afd ha chiaramente rappresentato l'opposizione ed è rapidamente diventata capace di governare dal 2015. Questo è ancora il mio obiettivo. Un partito anarchico, come abbiamo visto nelle ultime settimane, potrebbe avere successo all'opposizione, ma potrebbe non fare proposte credibili per governare». Petry, che è la presidente del partito ma è in rotta di collisione con l'ala più estremista rappresentata dai due capilista Alice Weidel e Alexander Gauland, ha poi lasciato la sala della conferenza stampa. La candidata Weidel, leader omosessuale del partito di estrema destra, ha detto che Petry da mesi non parla con loro e sul risultato del partito anti-islamico ha commentato: "Non ci aspettavamo un risultato così buono. Abbiamo circa il 13% e siamo diventati la terza maggiore forza politica nel paese, siamo molto felici".