8 dicembre 2019
Aggiornato 15:00

Mogherini: Assad non ha futuro, decida il popolo siriano

L'alta rappresentante: sosterremo questa soluzione

Roma, - Il presidente siriano Bashar al-Assad non ha futuro nel post conflitto in Siria, il suo destino sarà deciso dal popolo.

Lo ha affermato l'Alta rappresentante dell'Unione Europea per gli Affari esteri e la politica di sicurezza, Federica Mogherini, poco prima di fare il suo ingresso alla riunione dei ministri degli Esteri dell'Ue in Lussemburgo, al centro del quale ci sono la Libia, la situazione in Yemen e la Siria, entrata nel suo settimo anno di guerra:

"Dopo quasi sette anni di guerra appare del tutto irrealistico credere che il futuro della Siria sarà esattamente lo stesso di quello che era in passato", ha spiegato.

"Toccherà ai siriani decidere, questo è chiaro. Ciò che diciamo è questo: un accordo politico sulla governance e la condivisione del potere durante la transizione va trovato tra i siriani, ogni soluzione che possa essere accettabile per tutti i siriani, noi la sosterremo", ha aggiunto.

Gli Usa e l'Ue hanno sempre chiesto ad Assad di lasciare nell'ambito di qualsiasi accordo di pace. Ma la settimana scorsa Washington ha segnalato che non si sarebbe più concentrata sulla cacciata del rais di Damasco per dare priorità alla lotta più ampia contro i gruppi terroristici, come lo Stato islamico (Isis).

La pensa come Mogherini il ministro degli Esteri francese Jean-Marc Ayrault: "La Francia non crede per un istante che la nuova Siria può essere guidata da Assad", ha detto.