Usa e Giappone condannano

Corea del Nord lancia 4 missili che cadono nel Mar del Giappone

L'azione di Pyongyang sarebbe da intendere come una risposta alle esercitazioni militari annuali congiunte messe in atto dalla Corea del Sud e dagli Stati Uniti

PYONGYANG - Sale la tensione in Estremo Oriente. La Corea del Nord ha lanciato quattro missili balistici in direzione del Giappone, di cui tre hanno finito la loro corsa nelle acque nipponiche. L'azione di Pyongyang sarebbe da intendere come una risposta alle esercitazioni militari annuali congiunte messe in atto dalla Corea del Sud e dagli Stati Uniti la settimana scorsa.

La condanna degli Usa
Washington ha condannato severamente il lancio dei missili da parte della Corea del Nord che viola le risoluzioni del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite e ha promesso di ricorrere a tutto quanto a sua disposizione contro questa crescente minaccia.

Giappone infuriato
Dura protesta anche da parte del Giappone. "La Corea del Nord ha lanciato quattro missili balistici dalla provincia di Tongchang-ri che hanno percorso circa mille chilometri per poi cadere nella nostra zona economica esclusiva", ha detto Yoshihide Suga, ministro capo di gabinetto. La zona economica esclusiva è un'area del mare, adiacente alle acque territoriali, in cui uno Stato costiero vanta diritti sovrani per la gestione delle risorse naturali, installazione e uso di strutture artificiali, ricerca scientifica, protezione e conservazione dell'ambiente marino. "Non intendiamo in alcun modo tollerare questo tipo di azioni ripetute da parte della Corea del Nord" ha concluso Suga.