23 marzo 2019
Aggiornato 13:30
La cancelliera tedesca si è ricandidata per un quarto mandato

Germania, Angela Merkel avverte: il populismo nasce su internet

La sessantaduenne cancelliera tedesca Angela Merkel ha rilanciato l'allarme sul potere delle notizie distorsive sul web capaci di alimentare i populismi

BERLINO - Angela scende in campo e affila le armi. La sessantaduenne cancelliera tedesca Angela Merkel, che ha appena riproposto la sua candidatura per un quarto mandato, ha rilanciato l'allarme sul potere delle notizie distorsive presenti sui social media e in grado di alimentare la crescita dei populismi.

Opinione pubblica manipolata su internet
Parlando al Bundestag per la prima volta dopo l'annuncio della sua ricandidatura il prossimo anno, la Merkel ha dichiarato che l'opinione pubblica viene manipolata su internet. «Non voglio dire che sia la sola ragione, ma vorrei sottolineare che le modalità con cui si formano le opinioni non sono più le stesse di 25 anni fa» ha detto la cancelliera. "Oggi sono disponibili siti falsi, bot, troll, cose che si rigenerano autonomamente, rafforzando le convinzioni attraverso precisi algoritmi".

Progressi recessivi
La denuncia dei «progressi recessivi», della globalizzazione mediatica avanzata e di un dibattito politico che si svolge in un contesto completamente rinnovato secondo la Merkel impone un impegno molto deciso contro il populismo e l'estremismo politico in crescita nelle democrazie occidentali.

Internet
"Ritengo che non si debba sottovalutare la situazione creata dallo sviluppo di internet, ormai parte della nostra realtà quotidiana" ha spiegato la cancelliera tedesca. «Esistono delle regole per quanto riguarda la libertà di espressione, come l'obbligo al rispetto della verità sostanziale dei fatti da parte dei giornalisti. Ma oggi molte persone fanno riferimento a media che si basano su regole molto diverse e che sono soggetti a controlli meno rigorosi», ha concluso la Merkel.

(Immagini Afp)