15 novembre 2018
Aggiornato 01:30

Russia, fermati 2 terroristi dell'Isis, organizzavano attentato a Mosca

Sono stati fermati due terroristi Isis, volevano perpetrare un attacco il primo settembre, a Mosca, ossia il primo giorno di scuola in tutta la Russia
Il presidente russo Vladimir Putin
Il presidente russo Vladimir Putin (PA/SERGEI KARPUKHIN / POOL)

MOSCA - Sono stati fermati due terroristi Isis, volevano perpetrare un attacco il primo settembre, a Mosca, ossia il primo giorno di scuola in tutta la Russia. Lo ha reso noto l'Fsb, i servizi segreti russi.  Il servizio di sicurezza federale ha arrestato le due persone, provenienti dall'Asia centrale, che stavano preparando attacchi terroristici a Mosca e nella regione di Mosca il primo settembre. Al momento non si parla di scuole, ma di "luoghi di presenza di massa di persone", si legge in un comunicato. Il primo settembre inizia il nuovo anno accademico nella Federazione Russa e nelle scuole si svolgono cerimonie solenni.

Attacco suicida
Uno dei due militanti del gruppo terroristico Stato islamico, inoltre, progettava di farsi scoppiare in mezzo alla folla, secondo il servizio di sicurezza federale. «Nel luogo di residenza del secondo detenuto, che è anche membro dell'Isis, è stato sequestrato un impianto esplosivo improvvisato di potenza elevata, oggetti e componenti utilizzati per la sua fabbricazione. La persona ha ammesso che voleva diventare un attentatore suicida», dice il comunicato.

Attacchi con coltelli
Uno degli arrestati aveva intenzione di compiere attacchi contro civili con coltelli, secondo il centro di relazioni pubbliche dell'Fsb. Si sottolinea inoltre che quest'anno il primo settembre, ossia primo giorno di scuola in Russia, coincide con una festa importante islamica Kurban Bayram. I detenuti sono entrambi nativi dell'Asia centrale. Secondo l'Fsb «uno dei detenuti ha pubblicato su Internet un messaggio video ai membri dell'organizzazione terroristica Isis. Facendo il cosiddetto giuramento di fedeltà ai terroristi», si legge in un comunicato.