19 novembre 2019
Aggiornato 14:30
Presidenziali francesi 2017

Francia, l'intelligence teme scontri alla diffusione risultati voto

L'allarme dei servizi francesi, soprattutto nel caso di vittoria di Le Pen o Mélenchon. Astensionismo stimato tra il 19 e 22%. 1.100 giornalisti accreditati a serata elettorale Macron.

Marine Le Pen, leader del Front National
Marine Le Pen, leader del Front National ANSA

PARIGI - Oltre alla minaccia terroristica durante il voto, i servizi segreti francesi temono anche scontri alla diffusione delle prime informazioni sui risultati delle elezioni. In particolare - scrive il sito di Le Figaro - nel caso di una vittoria al primo turno di Marine Le Pen o Jean-Luc Mélenchon.

Astensionismo stimato tra il 19 e 22%
Il tasso di astensionismo al primo turno delle elezioni presidenziali francesi dovrebbe raggiungere tra il 19 e il 22 per cento secondo le stime di diversi istituti di sondaggi.
L'astensionismo sarebbe piuttosto basso, al 19%, secondo Ifop-Fiducial per CNEWS, Sud Radio e Paris-Match. Toccherebbe invece il 21,5% secondo Harris Interactive per M6, e addirittura il 22% per Ipsos/Sopra Steria per France Télévisions, Radio France, LCP/Public Sénat, RFI-France 24, Le Point e Le Monde.

1.100 giornalisti accreditati a serata elettorale Macron
Alla serata elettorale di Emmanuel Macron, candidato alle presidenziali del movimento En Marche! sono accreditati 500 giornalisti per la stampa nazionale francese e 600 per i media stranieri. I primi exit poll sull'esito di questo primo turno delle presidenziali francesi sono previsti a partire dalle 20.