26 gennaio 2020
Aggiornato 11:30
Secondo uno studio Aon

Terrorismo, 2016 annus horribilis. Picco di attacchi, +175% in Occidente

Il numero di attacchi terroristici nel mondo è aumentato del 14% nel 2016 rispetto all'anno precedente e, per quanto riguarda i Paesi occidentali, ha fatto registrare un incremento del 175%

PARIGI - Il numero di attacchi terroristici nel mondo è aumentato del 14% nel 2016 rispetto all'anno precedente e, per quanto riguarda i Paesi occidentali, ha fatto registrare un incremento del 175%: è quanto emerge da uno studio della società assicurativa internazionale Aon, pubblicato oggi.

2016, un anno nero
Nel 2016 ci sono stati 4.151 atti di terrorismo nel mondo, contro i 3.633 del 2015, secondo il conteggio tenuto da Aon. Nei Paesi occidentali, questo numero è passato da 35 nel 2015 a 96 nel 2016. Malgrado questo forte aumento del numero di azioni terroristiche nei Paesi occidentali, però, esse rappresentano solo il 3% delle violenze a livello mondiale, hanno precisato gli esperti di Aon, che hanno compiuto le loro analisi in collaborazione con il Roubini Global Economics et Risk Advisory Group.

2017 prevedibile un incremento dei rischi
Secondo quanto riferito, nel 2017 è prevedibile un incremento dei rischi, in particolare per almeno 17 Paesi nel mondo. «Lo scenario non è roseo per il 2017», ha confidato Louis Bollaert, direttore del dipartimento rischi politici di Aon France. «Non vediamo ragioni per cui la situazione possa migliorare. Gli effetti di rischi politici, economici e terroristici si uniscono per creare un clima estremamente incerto».

(fonte afp)