20 giugno 2019
Aggiornato 09:30
Presidenziali USA 2016

Verso la convention repubblicana: Trump prepara lo show

Vedendo la lista degli interventi previsti e i temi delle serate, secondo i piani ottenuti dal New York Times, si nota il tocco da showman del miliardario, diventato star televisiva con «The Apprentice». Serate a tema, parleranno sportivi, imprenditori e parenti.

NEW YORK - Donald Trump, dopo aver vinto le primarie, ha promesso una convention repubblicana fuori dagli schemi. Vedendo la lista degli interventi previsti e i temi delle serate, secondo i piani ottenuti dal New York Times, si nota il tocco da showman del miliardario, diventato star televisiva con «The Apprentice». Mancano personaggi di primo piano e molti dei maggiori politici emergenti del partito, il cui posto sarà preso dalla «eclettica collezione» di amici, celebrità e parenti, dalla moglie Melania alla golfista Natalie Gulbis. Un insieme di persone che, nota il New York Times, sembra selezionato per allargare il bacino elettorale di Trump.

Ci saranno, e questa è già una notizia, molte donne tra gli speaker delle quattro giornate di convention a Cleveland. Tra queste, Pam Bondi, la segretaria alla Giustizia della Florida, di cui si è parlato ultimamente per un confronto televisivo con Anderson Cooper, giornalista della Cnn, dopo la strage di Orlando; Eileen Collins, la prima donna a guidare una missione dello space shuttle; la governatrice dell'Oklahoma, Mary Fallin; la senatrice dell'Iowa, Joni Ernst e, appunto, la moglie Melania e la golfista Gulbis.

Ci saranno pochi afroamericani, tra cui spiccano Jamiel Shaw, diventato un aperto sostenitore di leggi più dure sull'immigrazione, dopo che suo figlio fu ucciso nel 2008 da un immigrato senza permesso, e Darryl Glenn, candidato in Colorado per un seggio nel Senato federale.

A rappresentare il mondo sportivo ci sarà, oltre a Gulbis, l'ex quarterback Tim Tebow, fervente cristiano, che si inginocchiava a ogni vittoria per ringraziare il Signore, dando vita alla moda del «tebowing» (la cui definizione è: inginocchiarsi su una sola gamba e cominciare a pregare, anche se attorno le persone fanno altro); prevista anche la presenza di Dana White, presidente dell'Ultimate Fighting Championship, organizzazione di arti marziali miste. A rappresentare la comunità degli uomini d'affari ci sarà il miliardario Peter Thiel, imprenditore della Silicon Valley, insieme a Thomas Barrack Jr., imprenditore immobiliare.

La lista dei politici che interverranno comprende volti noti del passato, come l'ex sindaco di New York, Rudy Giuliani, e giovani come il senatore Tom Cotton. Anche i quattro figli di Trump parleranno alla convention. A far parlare, oltre ai presenti, sono anche i nomi degli assenti, soprattuto tra le persone che Trump aveva detto di voler invitare: spiccano il promotore di pugilato Don King, il quarterback dei New England Patriots, Tom Brady, una figura molto popolare in uno Stato in bilico come il New Hampshire, e soprattutto Sarah Palin, l'ex governatrice dell'Alaska, candidata alla vicepresidenza quattro anni fa nel ticket repubblicano con Mitt Romney.

Il piano di Trump è quello di dedicare ognuna delle quattro serate a un tema diverso. La prima, quella di lunedì 18, sarà dedicata a uno degli argomenti preferiti di Trump per attaccare la rivale democratica, Hillary Clinton: l'assalto di Bengasi, in Libia, in cui morirono l'ambasciatore Christopher Stevens e altri tre statunitensi, quando Clinton era segretario di Stato, nel 2012. La seconda sarà dedicata all'economia, durante la quale sono previsti l'intervento del leader della maggioranza in Senato, Mitch McConnell, e del governatore del Wisconsin, Scott Walker. Nelle altre serate, secondo il New York Times, ci sarà spazio per parlare degli scandali sessuali di Bill Clinton e della sicurezza ai confini. Mercoledì sera è previsto l'intervento della persona scelta per correre come vicepresidente, mentre giovedì la convention si chiuderà con il discorso di Donald Trump.

(con fonte Askanews)