10 luglio 2020
Aggiornato 08:30
Più grande evento di shopping al mondo, vince Alibaba

In Cina oggi è la «giornata dei single», giorno dello shopping da record

In Cina oggi è corsa agli acquisti online per la «giornata single», ricorrenza inventata da poco nella quale vengono proposti sconti che ne fanno il più grande evento al mondo di shopping via internet

PECHINO - In Cina oggi è corsa agli acquisti online per la «giornata dei single», ricorrenza inventata da poco nella quale vengono proposti sconti che ne fanno il più grande evento al mondo di shopping via internet. Nelle prime dodici ore del «doppio undici», 11/11, come è anche nota la giornata dei single, il colosso delle vendite online Alibaba ha superato il precedente record di vendite, 9,3 miliardi di dollari raggiunto lo scorso anno nel doppio del tempo. Un miliardo è stato speso nei primi otto minuti dopo mezzanotte, 3,9 miliardi nella prima ora. La Cina ha un mercato di 668 milioni di persone connesse a internet, una potenza di fuoco che fa impallidire gli Usa, che nell'ultimo Cyber Monday, il più grande evento di shopping online negli States, hanno speso appena 1,35 miliardi di dollari.

Sostenuto dal governo
L'evento è caldamente sostenuto dal governo in tempi di rallentamento economico, mentre Pechino cerca di trasformare il modello di sviluppo cinese per renderlo più sostenibile, dando maggiore spazio ai consumi. L'ufficio del premier Ki Keqiang ha telefonato al presidente fondatore di Alibaba Jack Ma per «congratularsi e incoraggiare la creazione e i risultati dell'evento 11.11».

Il giorno dei record
Chi ha comprato mette in mostra i suoi acquisti in rete. «Volevo due cappotti, ma sono andati esauriti nei primi tre minuti!» si lamenta una ragazza. «Ho speso duemila renmimbi (315 dollari). Ora dovrò mangiare polvere per i prossimi sei mesi, perchè non ho più un soldo».

Potenza dei consumi cinesi
Se l'amministratore delegato di Alibaba Daniel Zhang ha affermato che l'evento «mostrerà al mondo intero la potenza dei consumi cinesi», la corsa agli acquisti di oggi non va confusa con un segnale di ripresa economica. Molti consumatori sono ben coscienti che l'economia rallenta e attendono proprio il «doppio undici» per comprare risparmiando. I prezzi al consumo, al netto degli alimentari, sono diminuiti dello 0,3% a ottobre, segno che i cinesi non comprano.

(Con fonte Askanews)