6 dicembre 2019
Aggiornato 02:00
I numeri dell'Alto Commissariato dell'ONU per i rifugiati

Immigrazione, Unhcr: «Dall'inizio del 2015 oltre 300mila migranti hanno attraversato il Mediterraneo»

In 2.500 hanno perso la vita, oltre 200.000 sono sbarcati in Grecia gli altri sulle coste italiane

NEW YORK (askanews) - Dall'inizio del 2015 sono oltre 300mila i migranti che hanno attraversato il Mediterraneo per raggiungere l'Italia e la Grecia, di cui 2.500 sono morti in mare: lo ha reso noto l'Alto Commissariato dell'Onu per i rifugiati (Unhcr).

Dal 2015 sono oltre 300.000 i migranti che hanno attraversato il Mediterraneo
Sugli oltre 30mila migranti approdate sulle coste europee, circa 200mila hanno raggiunto la Grecia e 110mila l'Italia, contro i 219mila dell'intero 2014. Il bilancio delle vittime, ha spiegato la portavoce dell'Unhcr Melissa Fleming, è di circa 2.500 morti, senza tenere conto dei morti e dispersi del naufragio di un barcone con 200 persone a bordo avvenuto venerdì al largo delle coste libiche; l'anno scorso le vittime erano state 3.500. Solo ieri sono stati soccorsi circa 1.430 migranti nel corso di 10 distinte operazioni di soccorso coordinate dalla centrale operativa della Guardia costiera a Roma del ministero delle infrastrutture e dei trasporti.

Ieri sono stati salvati 1400 migranti
I migranti viaggiavano a bordo di gommoni e barconi in difficoltà al largo delle coste libiche e le operazioni di salvataggio hanno visto operare numerose unità della Guardia Costiera, tra le quali le motovedette CP302 e CP320 di Lampedusa, che hanno soccorso due gommoni con a bordo rispettivamente 135 e 134 migranti (dei quali 42 donne e 6 bambini), nonché la motovedetta CP291 - anch'essa della Guardia Costiera di Lampedusa - che ha soccorso un gommone con a bordo 103 migranti. Inoltre, Nave Corsi CP906 della Guardia Costiera ha soccorso ulteriori 4 gommoni, inizialmente assistiti dall'unità Sea Watch, salvando complessivamente circa 454 migranti, parte dei quali, al termine delle operazioni sono stati trasbordati su Nave Diciotti CP941 della Guardia Costiera.

A bordo dei barconi anche donne incinte e bambini
Quest'ultima, ancora, impegnata in concomitanti operazioni di soccorso, ha inizialmente tratto in salvo 113 migranti (dei quali 6 donne e 107 uomini) a bordo di un gommone e, successivamente, ha imbarcato i 370 migranti che si trovavano a bordo di un barcone precedentemente soccorso da Nave Grecale della Marina Militare. Alle operazioni hanno preso parte anche un mercantile straniero dirottato dalla Centrale Operativa della Guardia Costiera di Roma, il quale ha soccorso un barcone con 125 migranti -tra i quali anche bambini e donne incinte, tutti successivamente trasbordati a bordo di un'unità della Guardia di Finanza -e i corpi esanimi di due migranti, in seguito trasbordati a bordo di Nave Diciotti della Guardia Costiera .