21 giugno 2021
Aggiornato 21:30
In Yemen

Drone uccide quattro presunti membri di al Qaida

Quattro sospetti membri di al Qaida sono stati uccisi e altrettanti feriti nell'attacco di un drone, verosimilmente americano, a Moukalla, capoluogo di Hadramout, nel sudest dello Yemen. Lo ha indicato un responsabile locale.

ADEN (askanews) - Quattro sospetti membri di al Qaida sono stati uccisi e altrettanti feriti nell'attacco di un drone, verosimilmente americano, a Moukalla, capoluogo di Hadramout, nel sudest dello Yemen. Lo ha indicato un responsabile locale.

Drone ha colpito un veicolo all'ingresso del Palazzo presidenziale
Il drone ha colpito un veicolo all'ingresso del Palazzo presidenziale a Moukalla, dove al Qaida è presente in forze dopo aver conquistato questa grande città dello Yemen lo scorso mese. «Quattro membri di al Qaida, tra i quali uno dei loro capi, sono stati uccisi e altrettanti feriti nell'attacco», ha aggiunto, senza essere in grado di fornire nell'immediato dettagli sul livello di responsabilità delle persone uccise in seno alla rete estremista.

Usa contro Al Qaida
Malgrado la situazione altamente instabile in Yemen, gli Stati Uniti hanno affermato la loro determinazione a continuare a combattere al Qaida nella Penisola arabica (Aqpa), considerata da Washington come la filiale più pericolosa della rete estremista sunnita.

Abbattuto aereo da parte dei ribelli
Intanto, i ribelli sciiti Huthi in Yemen hanno annunciato di aver abbattuto un aereo da guerra della coalizione sotto comando saudita, poco dopo che il Marocco aveva annunciato che uno dei suoi jet risultava disperso. «La difesa aerea delle tribù ha abbattuto un aereo da guerra sopra i cieli di Wadi Nushur, nel Saada», la roccaforte dei ribelli nel nord del Paese: lo ha annunciato l'emittente televisiva Huthi al Masirah, che ha trasmesso le immagini di uomini in festa intorno ai rottami dell'aereo. La televisione ha spiegato che si trattava di un jet F-16, mentre le immagini hanno mostrato una bandiera marocchina su una zona collinare. Il Marocco aveva annunciato di aver perso contratto con il pilota e l'aereo alle 18 di domenica.