10 dicembre 2019
Aggiornato 00:00

John Kerry a sorpresa in Somalia

John Kerry è arrivato oggi in Somalia per una visita a sorpresa, una prima storica e senza precedenti per un capo della diplomazia americana in questo Paese in guerra del Corno d'Africa. Lo ha annunciato il dipartimento di Stato.

SOMALIA (askanews) - John Kerry è arrivato oggi in Somalia per una visita a sorpresa, una prima storica e senza precedenti per un capo della diplomazia americana in questo Paese in guerra del Corno d'Africa. Lo ha annunciato il dipartimento di Stato.

Incontro con i vertici somali
Secondo un alto diplomatico Usa, il segretario di Stato americano si fermerà per alcune ore all'aeroporto di Mogadiscio dove incontrerà il presidente somalo Hassan Cheikh Mohamoud e il suo Primo ministro Omar Abdirashid Ali Sharmake. Kerry proviene dal Kenya. 

Impegno Usa a sostenere transizione democratica 
«Il ministro Kerry è atterrato a Mogadiscio, in Somalia, per ribadire l'impegno degli Stati Uniti a sostenere la transizione in corso in Somalia verso una democrazia», ha riferito in una nota la portavoce del dipartimento di Stato, Marie Harf. «E' la prima visita di un segretario di Stato in Somalia", ha aggiunto.

Visita storica
«E' una visita storica e penso che costituisca un messaggio forte per il popolo somalo sul nostro impegno», gli ha fatto eco un alto diplomatico americano rivolgendosi a dei giornalisti a Nairobi, dove fino a qualche ora fa si trovava Kerry. Sempre secondo la stessa fonte, «la presenza di Kerry in territorio somalo deve mandare anche un messaggio forte agli shebab». «Noi non voltiamo le spalle al popolo somalo e continueremo ad impegnarci con la Somalia fino a che non si riuscirà a porre fine al terrore diffuso dagli islamisti shebab», ha promesso l'alto responsabile statunitense.