7 dicembre 2019
Aggiornato 12:00

Un nuovo video della polizia incastra l'agente Slager

Un nuovo video è stato diffuso dalla polizia del South Carolina e mostra i momenti precedenti all'uccisione di Walter Scott, un afroamericano disarmato, da parte di un agente bianco che gli ha sparato otto colpi alle spalle.

NORTH CHARLESTON (askanews) - La polizia della South Carolina ha diffuso un nuovo video che mostra i momenti precedenti all'uccisione di Walter Scott, un afroamericano disarmato, da parte di un agente bianco che gli ha sparato otto colpi alle spalle. Il video, registrato dalla telecamera di sicurezza sul cruscotto dell'auto della polizia, mostra l'auto di Scott che viene fatta acccostare e l'agente Michael Slager che gli chiede i documenti. Dopo che Slager torna alla sua auto, Scott apre lo sportello e inizia a correre, lasciando un passeggero nella sua auto. Slager è stato arrestato per omicidio dopo la pubblicazione di un altro video, registrato da un passante, che lo riprende mentre spara alle spalle a Scott che fugge.

LE IMMAGINI CHE INCASTRANO L'AGENTE - Il nuovo video della telecamera di sicurezza mostra Slager che fa accostare la berlina Mercedes guidata da Scott e gli chiede patente e libretto. Scott spiega che sta comprando la macchiane e non ha i documenti con sè. Il video non riprende la sparatoria, ma fuori campo si sentono spari e urla. «A terra ora!» grida Slager. Sempre nello stesso video un poliziotto interroga in seguito il passeggero dell'auto e lo lascia andare. I legali della famiglia Scott hanno detto alla Cnn che stanno cercando il passeggero.

IL TESTIMONE: NON E' ANDATA COME LA POLIZIA AVEVA DICHIARATO - Feidin Santana, che ha filmato il video dell'omicidio sul suo telefonino, ha detto di aver deciso di pubblicare il documento dopo aver letto la descrizione dell'incidente fornita dalla polizia. «Non era andata così, come la raccontavano loro» ha detto Santana. Slager, in carcere senza cauzione, è stato licenziato mercoledì dal dipartimento di polizia di North Charleston. Ieri è emerso che l'agente nel 2013 era già stato denunciato per uso eccessivo della forza.