16 novembre 2019
Aggiornato 01:30
Spagna

Inizia il regno di Re Felipe VI

«Inizio il mio regno con una profonda emozione per l'onore che presuppone ricevere la Corona», ha esorito Felipe nel suo discorso di proclamazione, ringraziando poi il padre Juan Carlos, che ha deciso di abdicare a suo favore a 76 anni, e la madre, la regina Sofia.

MADRID - Felipe VI ha giurato fedeltà alla Costituzione come nuovo re di Spagna durante una sontuosa cerimonia nel Parlamento di Madrid. Dopo il giuramento, il grido «Viva il re!», «Viva la Spagna!».

«Inizio il mio regno con una profonda emozione per l'onore che presuppone ricevere la Corona», ha esorito Felipe nel suo discorso di proclamazione, ringraziando poi il padre Juan Carlos, che ha deciso di abdicare a suo favore a 76 anni, e la madre, la regina Sofia.

Felipe VI di Borbone è re di Spagna dalla mezzanotte di ieri sera, mentre la cerimonia è iniziata nel Palazzo della Zarzuela con la consegna della fascia rossa di capitano generale dell'esercito da parte del padre.

«Alla celebrazione di questo atto di grandezza storica, ma anche di normalità costituzionale, si unisce la mia convinzione personale che la monarchia parlamentare può e deve continuare a prestare un servizio fondamentale per la Spagna», ha proseguito il nuovo monarca.

«Oggi, più che mai, i cittadini chiedono a ragione che i principi morali ed etici ispirino la nostra vita pubblica. Il re, a capo dello Stato, non deve essere solo un referente ma anche un servitore di questa giusta e legittima esigenza dei cittadini», ha proseguito il re, promettendo «una monarchia rinnovata per una nuova era».

Nel suo intervento, che si è concluso con un lungo applauso, il nuovo sovrano ha espresso inoltre solidarietà per gli spagnoli colpiti dalla crisi e ha sottolineato che il Castigliano e tutte le lingue del Paese saranno tutelate.

Accanto a Felipe VI c'erano la regina Letizia, la prima senza sangue blu, e le due figlie, la principessa delle Asturie Leonor e l'infanta Sofia, nate rispettivamente nel 2005 e 2007.