18 settembre 2019
Aggiornato 13:30
Clima | Previsioni

USA, sarà una stagione di uragani nella norma

Per la stagione degli uragani che inizia ufficialmente il prossimo primo di giugno, gli esperti della National oceanic and atmospheric administration (Noaa) - l'agenzia parte del dipartimento del Commercio focalizzata sulle condizioni di oceani e atmosfera - si aspettano dai tre ai sei uragani di cui uno o due sotto forma di forti tempeste.

NEW YORK - Il numero di uragani che quest'anno prenderanno forma nell'Oceano Atlantico e nel Golfo del Messico sarà nella norma o anche al di sotto. Lo ha annunciato il governo americano, che nelle sue stime include anche gli uragani più pericolosi con venti oltre i 176 chilometri orari. Per la stagione degli uragani che inizia ufficialmente il prossimo primo di giugno, gli esperti della National oceanic and atmospheric administration (Noaa) - l'agenzia parte del dipartimento del Commercio focalizzata sulle condizioni di oceani e atmosfera - si aspettano dai tre ai sei uragani di cui uno o due sotto forma di forti tempeste. Una stagione considerata nella norma conta sei cicloni tropicali di cui tre forti.

La regione geografica presa in considerazione è protagonista di un ciclo climatico che generalmente produce tempeste oltre la norma. Ma El Nino - il riscaldamento delle acque orientali dell'Oceano che si verifica ogni due-sette anni Pacifico - si sta sviluppando, cosa che dovrebbe sopprimere gli uragani. Come spiegato da Gerry Bell, l'esperto di uragani dell'agenzia Noaa, El Nino provoca un cambiamento della direzione e velocità dei venti limitando la formazione di tempeste tropicali o riducendone la forza. Anche il ritorno alla normalità delle temperature sopra la media delle acque dell'Atlantico dovrebbe mettere a freno questi fenomeni atmosferici.

Se le previsioni dell'agenzia governativa dovrebbero tranquillizzare coloro che ancora si ricordano l'uragano Sandy - quello che colpì la costa nord-orientale degli Stati Uniti alla fine dell'ottobre 2012 provocando danni per oltre 75 miliardi di dollari - esse vengono prese da altri con cautela. Nel 2013 Noaa aveva detto che ci sarebbe stata una stagione particolarmente attiva, che invece si rivelò calma. Intanto la città di New York ha lanciato «Know Your Zone», una campagna per educare i propri cittadini ad essere pronti in vista dell'arrivo della stagione uragani. L'obiettivo è aumentare la consapevolezza sui rischi associati alla zona in cui si vive.