20 agosto 2019
Aggiornato 07:30
Amministrazione Bush

Barack Obama e famiglia, vacanze di Natale alle Hawaii

Per il sesto anno consecutivo dunque la «first family» sceglie le isole nell'Oceano Pacifico per trascorrere le festività natalizie. Quest'anno per il Presidente niente fiscal cliff ma focus sulle agenzie di intelligence

NEW YORK - Barack Obama e la sua famiglia si preparano a due settimane di vacanze all'ombra delle palme di Honolulu, la cittadina delle Hawaii dove il presidente degli Stati Uniti è nato nel 1961. Per il sesto anno consecutivo dunque la «first family» sceglie le isole nell'Oceano Pacifico per trascorrere le festività natalizie.

La partenza a bordo dell'Air Force One è prevista per stasera, le 19 orario di Washington, l'una di notte in Italia. Come ogni anno Obama, la moglie Michelle e le figlie Malia e Sasha cercheranno di stare al riparo dallo sguardo indiscreto di paparazzi e giornalisti. Tanto più che non è previsto alcun evento pubblico per gli inquilini della Casa Bianca.

Diversamente dall'anno scorso, quando Obama era alle prese con la crisi politica riguardante il «fiscal cliff» - il precipizio fiscale dato dall'insieme di tagli automatici alla spesa e aumento delle aliquote per tutti i contribuenti -, il 2013 si chiude con all'attivo un bilancio federale approvato sia da Camera che Senato. Se all'orizzone si profila però la prossima crisi fiscale - quella legata al tetto al debito - è probabilmente il tema dello spionaggio da parte delle agenzie di intelligence americane che caratterizzerà le vacanze di Obama.

Il presidente leggerà con attenzione le oltre 300 pagine di un rapporto scritto da una task force da lui voluta che contiene 46 raccomandazioni per meglio proteggere la privacy dei cittadini americani. Probabilmente Obama dovrà trovare, tra gli altri, i punti deboli di quel documento per dimostrare - come già sostenuto - che i controversi programmi di intelligence sono serviti per prevenire nuovi attacchi terroristici.